Economia | Elezioni politiche 2018

Governo ad interim? La Commissione Ue già valuta gli scenari (e le ripercussioni sui conti)

La Commissione europea apre all'ipotesi di concedere più tempo all'Italia, sulle misure richieste di correzione agli squilibri macroeconomici e dei conti

Il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis.
Il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis. (EPA/OLIVIER HOSLET)

BRUXELLES - La Commissione europea apre all'ipotesi di concedere più tempo all'Italia, sulle misure richieste di correzione agli squilibri macroeconomici e dei conti, nell'ipotesi in cui si debba procedere alla formazione di un governo di interim. «Riconosciamo che un eventuale governo di interim potrebbe non avere la piena autorità di bilancio e in questi casi accettiamo documenti di no change scenario», ha affermato il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, durante la conferenza stampa di presentazione dei rapporti sulle raccomandazioni specifiche per Paese nell'ambito del semestre europeo. Ma «non balzerei a questa conclusione - ha aggiunto - dobbiamo vedere come si chiude il processo di formazione del governo».

Fiducia
Secondo il commissario agli Affari economici Pierre Moscovici «ho sempre detto che non dobbiamo avere paura delle elezioni e non cambiato idea dopo questo voto. In Italia c'è un quadro costituzionale molto chiaro. Sono certo che andare alla formazione di un governo stabile permetterà all'Italia di confermare il suo impegno europeo. Comunque - ha concluso - come spiega Dombrovskis terremo conto di tutto questo nei calendari».

La crescita si rafforza
Più in generale, secondo il vicepresidente della Commissione «in Italia vediamo che la crescita si rafforza, è attesa stabile quest'anno ma resta sostanzialmente sotto la media Ue. Inoltre vediamo che il persistere dell'elevato livello di debito pubblico e la bassa produttività stanno frenando la crescita. Infine restano questioni sulle banche, anche se sono state affrontate, in particolare l'elevato stock di crediti deteriorati (Npl). Insomma - ha concluso Dombrovskis - ci sono ancora sfide da affrontare».