Finanza

Debito e leva finanziaria: per gli economisti cresce la capacità di generare profitto

E' importante farsi supportare da operatori di settore, provider seri e preparati che possano condurre l'investitore verso un esame attento dei mercati ottenendo utili interessanti

Il Presidente della BCE, Mario Draghi
Il Presidente della BCE, Mario Draghi (ANSA)

L'estensione del debito pubblico ha coinvolto la stragrande maggioranza delle realtà mondiali ormai da anni.
Da un conteggio specifico risulta che sommando le passività dei governi a quelle delle famiglie e delle imprese di tutto il mondo, si ottiene un'ammontare globale consistente che, considerando i primi sei mesi del 2017, ammonta a  226 mila miliardi di dollari.
Una cifra consistente, nonostante l'anno in corso stia confermando la ripresa dell'economia un po' in tutte le aree geografiche del mondo.
Il debito è un peso consistente, che non sembra affatto diminuire e i paesi sono costretti a sopportare.
Se il debito aumenta costantemente per contro a diminuire è la leva finanziaria, che ha toccato quota 324% del Pil globale.

Cresciuta la capacità di generare profitto
Nonostante la capacità di generare profitto, sia nettamente migliorata in seno alle realtà aziendali americane, la leva finanziaria è ancora piuttosto elevata, come dimostrano i dati in possesso degli economisti.
«La ripresa non è arrivata a fronte di una risalita della leva finanziaria in nessun settore dell‘economia» ha recentemente sottolineato Mario Draghi, presidente della BCE, come riporta la Reuters «Vediamo più segnali di come la crescita si stia autoalimentando, cioè i moltiplicatori della spesa e la propagazione endogena stanno nuovamente supportando l‘attività».
«Uno dei motori della ripresa rimangono le assai favorevoli condizioni di finanziamento per imprese e famiglie, che a loro volta dipendono pesantemente dalle nostre misure di politica monetaria» ha affermato il numero uno della Bce.

La leva finanziaria nel Forex trading
Grazie alla leva finanziaria nel Forex trading è possibile amplificare il proprio potere d’acquisto.
Imparare ad utilizzarla con attenzione consente di ottenere maggiori possibilità di guadagno sul mercato anche a fronte di un investimento non troppo consistente.
Si tratta di  una delle principali funzioni del trading con i CFD.
Il consiglio è comunque quello di utilizzare la leva finanziaria quale spunto d'investimento con estrema cautela. Si tratta infatti di un metodo che può garantire notevoli proventi ma, malauguratamente è oggetto di rischio se non ci si muove con attenzione.
E' quindi importante raggiungere un certo equilibrio, soprattutto facendosi supportare da operatori di settore, provider seri e preparati che possano condurre l'investitore verso un esame attento dei mercati ottenendo utili interessanti.
Lo sguardo naturalmente deve sempre essere attento agli eventi che contraddistinguono la vita economica e finanziaria.

La leva finanziaria è uno strumento straordinariamente interessante e, come detto, se da un lato permette di ottenere notevoli benefici anche con un investimento iniziale decisamente basso, dall'altro può condurre chi ha poca dimestichezza verso la perdita del capitale.
L'utilizzo della leva finanziaria consente però di investire su mercati che altrimenti non si potrebbero prendere in considerazione.
Parliamo di opportunità estremamente interessanti come quelle offerte dal trading con i CFD, che consentono di ottenere guadagni nel caso in cui l'asset veda aumentare il proprio valore sul mercato di riferimento, ma permettono di puntare anche sull'opportunità opposta ovvero la perdita di valore dell'asset prescelto.
Si tratta soltanto di compiere a monte una scelta e puntare sulla crescita o sul calo del valore.