26 giugno 2017
Aggiornato 05:30
Mercato del credito

Prestiti in Italia il 50% è per ristrutturazione e arredamento casa

Una tendenza che si è dimostrata in ascesa anche durante questo primo trimestre del 2016, con un 33% del totale dei finanziamenti erogati, al quale va ad aggiungersi il 16% dovuto ai prestiti finalizzati all'acquisto delle componenti dell'arredamento, quali ad esempio i mobili e gli elettrodomestici.

Oltre 2/3 dei prestiti richiesti per la casa o l'arredamento sono stati richiesti online
Oltre 2/3 dei prestiti richiesti per la casa o l'arredamento sono stati richiesti online (BizUp Srl)

Se c'è una cosa di cui un essere umano non può fare a meno, quella è proprio la casa. Avere un tetto sulla propria testa è infatti la prima necessità da soddisfare: che si tratti di una villa, o di un monolocale, l'abitazione rimane oggi l'unico bene che non perde valore, e che consente alle famiglie di avere un'enorme certezza nella propria vita, di fondamentale importanza soprattutto in questo momento di parziale ripresa dalla crisi economica. Ed allora appare naturale che la maggior parte dei prestiti e dei finanziamenti erogati nell'ultimo anno siano finalizzati alla ristrutturazione e all'arredamento della casa.

Richieste di prestiti? Vincono le case
Stando ai dati raccolti, la metà dei prestiti erogati nel 2015 è stato finalizzato alla ristrutturazione di un immobile: una tendenza che si è dimostrata in ascesa anche durante questo primo trimestre del 2016, con un 33% del totale dei finanziamenti erogati, al quale va ad aggiungersi il 16% dovuto ai prestiti finalizzati all'acquisto delle componenti dell'arredamento, quali ad esempio i mobili e gli elettrodomestici.

I prestiti più richiesti sono quelli online
Le modalità riguardo alla richiesta dei finanziamenti parla ancora più chiaro: oltre 2/3 dei prestiti richiesti per la casa o l'arredamento sono stati richiesti online. I motivi di questo trend di prestiti online, sono davvero tanti: innanzitutto la comodità, dato che richiedere il prestito per la casa attraverso il web permette di risparmiare il tempo altrimenti speso per sostenere le lunghe file presso le sedi fisiche. Senza poi considerare il risparmio in termini economici dato che, usufruendo di questi servizi telematici, la banca può offrire tassi più accessibili per via della mancanza delle spese dovute alla gestione e all'impiego del personale. Infine, a differenza dei prestiti da richiedere in filiale, quelli online sono facilmente comparabili tra loro in pochi secondi grazie a siti come Facile.it, che permette di mettere a confronto le diverse offerte di prestiti alla pagina www.facile.it/prestiti-personali.html. In questo modo, anche tra le offerte migliori, si potrà scegliere quella più conveniente in assoluto.

L'influsso della Legge di Stabilità 2016
Uno dei motivi che ha spinto questa crescita esponenziale dei prestiti finalizzati alla ristrutturazione e all'arredamento della casa, è dovuto anche alle facilitazioni fiscali promosse dalla Legge di Stabilità 2016, che permette di usufruire di una detrazione fiscale del 50% fino ad un tetto massimo di spesa di 96.000 euro. Inoltre, la Legge di Stabilità 2016 ha allargato questi vantaggi fiscali anche all'acquisto dell'arredamento, soprattutto nel caso in cui si scelga di acquistare elettrodomestici dotati di etichetta energetica A+++, che garantiscono un limite allo spreco delle risorse energetiche.

Ristrutturare casa? Questo è il momento giusto
La Legge di Stabilità 2016 non garantirà questi sgravi fiscali in eterno: non è infatti detto che venga rinnovata anche nel 2017, e che le condizioni offerte siano le medesime. Per questo motivo, il nostro consiglio è di approfittare di questo momento per richiedere, ed in fretta, un prestito finalizzato alla ristrutturazione della casa e all'acquisto dell'arredamento. Questo treno, infatti, potrebbe non ripassare a breve termine: soprattutto se siete una giovane coppia di under-35.