19 novembre 2019
Aggiornato 13:30
Roma si prepara all'anno santo

Giubileo, Regione Lazio: Piano sanitario si avvia a conclusione

A 20 giorni dall'inizio delle celebrazioni il cronoprogramma della chiusura lavori è definito così come quello relativo al personale ed al sistema d'emergenza

ROMA - Procede senza ritardi l'attuazione del Piano sanitario predisposto dalla Regione Lazio per affrontare il Giubileo. A 20 giorni dall'inizio delle celebrazioni il cronoprogramma della chiusura lavori è definito così come quello relativo al personale ed al sistema d'emergenza. Le opere di adeguamento dei 12 Pronto Soccorso all'interno della Città di Roma termineranno tutte entro il 4 dicembre, consentendo cosi l'attivazione di ulteriori 112 posti letto di emergenza e terapia intensiva.

La consegna dei lavori
Venerdì 20 novembre dunque saranno consegnati i lavori dell'ospedale Santo Spirito, il 24 quelli del Policlinico S. Andrea, il 26 toccherà al S. Eugenio ed il 30 al S. Giovanni. Il primo dicembre invece saranno consegnati i lavori del Grassi di Ostia, il 3 quelli del S. Camillo e Policlinico Umberto I e il 4 saranno chiusi gli ultimi due cantieri al S. Filippo Neri e al Gemelli. Per quanto riguarda la rete di emergenza Ares 118 il primo dicembre, entreranno in servizio 40 nuove ambulanze e 10 automediche per il subentro di una nuova società che si è aggiudicata l'appalto. Inoltre è in corso la gara per l'acquisto di 86 ambulanze configurate secondo il più alto standard tecnologico. Sono in corso d'opera da parte di Anas, inoltre, i lavori di adeguamento per l'utilizzo delle 8 piazzole di atterraggio presenti sul Raccordo anulare. Per quanto riguarda i siti Militari (Caserma Cecchignola per il S. Eugenio, Macao per il Policlinico Umberto I e Centocelle) il Ministero della Difesa ha autorizzato l'utilizzo anche nelle ore notturne. Individuati anche 20 campi sportivi idonei a funzionare 24 ore su 24 come elisuperfici per il 118. Operativo il Piano regionale per la sorveglianza e la gestione di emergenze infettive durante il Giubileo Straordinario 2015-2016 infettivologica predisposto dalla Regione, con l'Istituto Nazionale Malattie Infettive Spallanzani di Roma.

I punti medici avanzati
Pronto anche il piano dialisi. Per quanto riguarda i Punti medici avanzati (Pma), due strutture fisse e operative per tutto l'anno giubilare saranno montate dall'Ares a ridosso delle aree di maggiore afflusso - Castel S. Angelo e Piazza S. Pietro - altri 8 Pma mobili invece saranno montati in occasione di particolari eventi a rinforzo delle due postazioni fisse o in altre sedi dove si svolgono eventi giubilari. Completate all'80% le procedure per l'assunzione del personale necessario a potenziare gli organici dell'emergenze e urgenza: complessivamente possono essere impegnate 866 persone: 287 a tempo indeterminato e 579 a tempo determinato. Concluso infine il progetto «Volontari Competenti» che  prevede il reclutamento di 420 volontari da utilizzare a supporto dell'Ares durante l'anno Giubilare. Saranno impiegati come supporto ed affiancamento all'Ares, durante le giornate "evento" previste dal calendario giubilare.


(con fonte Askanews)