5 aprile 2020
Aggiornato 13:00
Roma si prepara all'anno santo

Giubileo, Regione Lazio: Piano sanitario si avvia a conclusione

A 20 giorni dall'inizio delle celebrazioni il cronoprogramma della chiusura lavori è definito così come quello relativo al personale ed al sistema d'emergenza

ROMA - Procede senza ritardi l'attuazione del Piano sanitario predisposto dalla Regione Lazio per affrontare il Giubileo. A 20 giorni dall'inizio delle celebrazioni il cronoprogramma della chiusura lavori è definito così come quello relativo al personale ed al sistema d'emergenza. Le opere di adeguamento dei 12 Pronto Soccorso all'interno della Città di Roma termineranno tutte entro il 4 dicembre, consentendo cosi l'attivazione di ulteriori 112 posti letto di emergenza e terapia intensiva.

La consegna dei lavori
Venerdì 20 novembre dunque saranno consegnati i lavori dell'ospedale Santo Spirito, il 24 quelli del Policlinico S. Andrea, il 26 toccherà al S. Eugenio ed il 30 al S. Giovanni. Il primo dicembre invece saranno consegnati i lavori del Grassi di Ostia, il 3 quelli del S. Camillo e Policlinico Umberto I e il 4 saranno chiusi gli ultimi due cantieri al S. Filippo Neri e al Gemelli. Per quanto riguarda la rete di emergenza Ares 118 il primo dicembre, entreranno in servizio 40 nuove ambulanze e 10 automediche per il subentro di una nuova società che si è aggiudicata l'appalto. Inoltre è in corso la gara per l'acquisto di 86 ambulanze configurate secondo il più alto standard tecnologico. Sono in corso d'opera da parte di Anas, inoltre, i lavori di adeguamento per l'utilizzo delle 8 piazzole di atterraggio presenti sul Raccordo anulare. Per quanto riguarda i siti Militari (Caserma Cecchignola per il S. Eugenio, Macao per il Policlinico Umberto I e Centocelle) il Ministero della Difesa ha autorizzato l'utilizzo anche nelle ore notturne. Individuati anche 20 campi sportivi idonei a funzionare 24 ore su 24 come elisuperfici per il 118. Operativo il Piano regionale per la sorveglianza e la gestione di emergenze infettive durante il Giubileo Straordinario 2015-2016 infettivologica predisposto dalla Regione, con l'Istituto Nazionale Malattie Infettive Spallanzani di Roma.

I punti medici avanzati
Pronto anche il piano dialisi. Per quanto riguarda i Punti medici avanzati (Pma), due strutture fisse e operative per tutto l'anno giubilare saranno montate dall'Ares a ridosso delle aree di maggiore afflusso - Castel S. Angelo e Piazza S. Pietro - altri 8 Pma mobili invece saranno montati in occasione di particolari eventi a rinforzo delle due postazioni fisse o in altre sedi dove si svolgono eventi giubilari. Completate all'80% le procedure per l'assunzione del personale necessario a potenziare gli organici dell'emergenze e urgenza: complessivamente possono essere impegnate 866 persone: 287 a tempo indeterminato e 579 a tempo determinato. Concluso infine il progetto «Volontari Competenti» che  prevede il reclutamento di 420 volontari da utilizzare a supporto dell'Ares durante l'anno Giubilare. Saranno impiegati come supporto ed affiancamento all'Ares, durante le giornate "evento" previste dal calendario giubilare.


(con fonte Askanews)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal