23 agosto 2019
Aggiornato 14:00
ripercussioni anche su piazza affari

Telenor-Teliasonera, Ue: «Era a rischio la concorrenza sul mercato»

Secondo la commissaria responsabile della Concorrenza, Margarethe Vestager, la fusione imponeva di creare un quarto operatore in Danimarca

ROMA  - La rinuncia di Telenor e TeliaSonera alla fusione sulle attività di telecomunicazioni in Danimarca conferma, secondo la Commissione europea che aveva sollevato obiezioni all'operazione, che le due società non erano riuscite a dirimere tutti i punti problematici. L'Antitrust comunitario aveva avviato una indagine lo scorso aprile, arrivando sostanzialmente a chiedere la creazione di un nuovo operatore.

Vestager: Era a rischio la concorrenza sul mercato danese
«La vigilanza sulle fusioni in Europa deve accertare che i legami tra società non indeboliscano l'innovazione, non portino a prezzi più elevati e a meno possibilità di scelta per i consumatori, diminuendo la concorrenza nel mercato interno», ha detto la commissaria responsabile Margarethe Vestager, con una nota. «Nel caso specifico, sulla base di una analisi approfondita, ci siano convinti che le serie preoccupazioni che derivavano sulla concorrenza richiedevano rimedi altrettanto seri. Questo significava la creazione di un quarto operatore di telefonia mobile - ha spiegato la Vestager -. Quello che le parti offrivano non era sufficiente ad evitare danni alla concorrenza sul mercato danese».

Sotto pressione le compagnie telefoniche in Europa
La Danimarca, su cui l'Ue chiedeva almeno 4 operatori di telefonia mobile, ha una popolazione totale di poco meno di 5,5 milioni di abitanti, meno della regione italiana del Lazio. Telenor è il gigante delle telecomunicazioni scandinave basato in Norvegia, mentre Teliasonera è una società svedese e finlandese presente anche nel resto della Scandinavia. Dopo lo stop da parte di TeliaSonera e della norvegese Telenor all'annunciato progetto di fusione delle rispettive divisioni danesi, il passo indietro sta mettendo sotto pressione i titoli delle compagnie telefoniche in Europa (EuroStoxx -1,8%): a Piazza Affari Telecom è maglia nera, con un ribasso di oltre due punti percentuali. Lo scorso dicembre TeliaSonera e Telenor avevano raggiunto un accordo per unire le proprie attività danesi, per creare un unico operatore mobile. (Fonte askanews)