26 agosto 2019
Aggiornato 07:00
Dopo i dati dell'Istat

Lavoro, Fratoianni (Sel): «Renzi fa solo propaganda»

Secondo il coordinatore nazionale di Sinistra Ecologia e LibertàlL'Italia non è sulla strada giusta, e "non va tutto bene" come dice Matteo Renzi

ROMA (askanews) - «Caro Matteo Renzi, trovo davvero incredibili i toni trionfali del suo ultimo video sui dati Istat, riguardo Pil e occupazione. Non conoscessi il suo codice comunicativo penserei di trovarmi di fronte a uno che non conosce i numeri e le ragioni di quei numeri. E invece, tutti sappiamo che si tratta di propaganda. L'Italia non è sulla strada giusta e non va tutto bene, madama la marchesa». Lo scrive sul suo blog il coordinatore nazionale di Sinistra Ecologia Libertà Nicola Fratoianni.

Fratoianni: Sono un gufo? No guardo in faccia la realtà
«L'aumento del Pil (dallo 0,2% allo 0,3%!) - aggiunge - è frutto del prezzo basso del petrolio e dell'effetto del Quantitative Easing della Bce. Sono dati drogati, in sostanza, che non indicano proprio alcuna ripresa per la vita e le condizioni materiali delle persone. Un presidente serio dovrebbe chiedersi - prosegue il coordinatore di Sel - cosa accadrebbe e a che punto saremmo senza gli effetti di iniziative su cui non abbiamo alcun controllo. Per quanto riguarda l'occupazione, invece, aumenta principalmente il numero degli over 50 che lavorano, per effetto della Legge Fornero, mentre il numero dei disoccupati (oltre 3 milioni) rimane stabile e cresce l'incidenza dei contratti a termine. Bell'affare il Jobs Act, buono solo per chi ha licenziato e riassunto, di modo da poter usufruire delle decontribuzioni fiscali. Sono un gufo? No - conclude Fratoianni - sono una persona che pensa che fare politica significhi guardare ai fatti e dire la verità, visto che all'ombra della vostra perenne campagna elettorale e della propaganda ci sono milioni di persone che non ce la fanno più e finiscono ai margini. State facendo di tutto, tranne che ciò che davvero serve a questo Paese: creare lavoro».