22 gennaio 2021
Aggiornato 07:30
Le vie del gas

Snam guarda alla Grecia, ma l'obiettivo è il Tap

La compagnia guidata da Malacarne vuole acquistare il 17% del distributore greco di gas Dasfe, secondo il quotidiano ellenico Nea Ta

ATENE – Snam vuole sbarcare in Grecia acquistando quote del distributore locale di gas Dasfe. Lo ha scritto nei giorni scorsi il quotidiano greco Nea Ta, secondo cui oltre alla compagnia italiana, sarebbero interessati a rilevare il 17 per cento dell'azienda che trasporta il metano in Grecia anche la belga Fluxys e l'olandese Gasunie.

LA QUESTIONE SOCAR - Nel 2013 la compagnia energetica di Stato dell'Azerbaijan, la Socar, ha rilevato il 66 per cento della Dasfe per 400 milioni di euro, anche se l'accordo non è stato ancora approvato dalla Comunità europea. Il timore di Bruxelles è che l'accordo fra Socar e Desfa possa limitare la libera concorrenza nel Paese. Recentemente la compagnia azera ha discusso con il ministro dell'Energia greco, Panos Skurletisa, la possibilità di ridurre la propria posizione nella compagnia, proponendo di passare dall'attuale 66 per cento al 49 e di cedere il restante 17 per cento a operatori esteri.

IL RUOLO DI TAP - Per l'Azerbaijan avere un piede in Grecia è importante: da lì passerà gran parte del gasdotto Trans adriatic pipeline (Tap) che grazie alla connessione con le tubature del Trans anatolian natural gas pipeline (Tanap) veicolerà il metano estratto nel Mar Caspio fino in Europa, passando per l'Albania e sbucando nella spiaggia di San Foca, in Puglia. Anche per Snam l'interessamento al gestore greco potrebbe essere collegato con il progetto di Tap. Da mesi infatti la società pubblica guidata da Carlo Malacarne ha fatto sapere di voler rilevare quote di Tap, ricevendo prima il benestare del presidente dell'Azerbaijan Ilham Aliyev, anche se dopo qualche tempo la Socar ha auspicato che le azioni per ora presumibilmente sul mercato, quelle della norvegese Statoil (che peraltro non ha mai confermato di essere pronta a uscire da Tap), non finiscano in mano a una sola compagnia.