20 ottobre 2019
Aggiornato 08:30
L'approccio "dovish" della Fed strizza l'occhio a New York

Wall Street tira un sospiro di sollievo

Nel documento pubblicato dalla Federal Reserve non si parla di un rialzo dei tassi a settembre

NEW YORK (askanews) - Gli indici a Wall Street hanno quasi annullato le perdite, tanto che Dow Jones e Nasdaq si sono portati appena sopra la parità per pochi istanti. Il dollaro ha perso quota e i Treasury si sono rafforzati. È questa la reazione delle varie asset class ai verbali della riunione che la Federal Reserve ha tenuto lo scorso luglio. Quei verbali sono stati interpretati come "dovish" dagli investitori.

L'approccio "dovish" risolleva Wall Street
Sebbene abbiano sostenuto che le condizioni per un rialzo dei tassi si stiano «avvicinando», i membri del Federal open market committee non hanno parlato di alcuna intenzione di optare per una stretta il prossimo settembre. Ciò ha portato alcuni trader e gestori a pensare che la normalizzazione della politica monetaria potrebbe essere posticipata. Arrivato a lasciare sul terreno fino a 225 punti, il Dow Jones ne cede 38,45, lo 0,22%, a quota 17.472,89. L'S&P 500 scivola di 5,25 punti, lo 0,26%, a quota 2.091,53 con gli energetici sul fondo (-1,94%). Il Nasdaq perde 8,88 punti, lo 0,18%, a quota 5.050,47. Il petrolio segna un -3,99% a 40,92 dollari al barile.