31 marzo 2020
Aggiornato 04:30
50% degli investimenti del gruppo destinati al Sud America

Il primo impianto geotermico di tutto il Sud America parlerà italiano

Sarà costruito in Cile da Enel Green Power in collaborazione con la cilena Enap. La struttura, la più alta al mondo del suo genere sarà in grado di generare circa 340 GWh all'anno. La controllata dell?Enel ha anche annunciato di aver avviato i lavori per un parco eolico da 100 Mw nello stato di Zacatecas, in Messico

ROMA – Il primo impianto geotermico di tutto il Sud America (e il più alto al mondo), che nascerà in Cile, parlerà italiano. Lo realizzerà infatti ENEL Green Power, dopo averne dato annuncio nei giorni scorsi. La controllata dell'Enel inoltre ha fato sapere di aver avviato il cantiere per la realizzazione del suo primo parco eolico nello stato di Zacatecas in Messico.

IL PIU' ALTO AL MONDO - ENEL Gp ha comunicato di aver avviato i lavori per l'impianto geotermico di Cerro Pabellón, in collaborazione con Empresa nacional del petróleo (Enap), la società statale cilena attiva nel settore degli idrocarburi. Per realizzarlo ENEL Gp ha stimato di dover investire circa 320 milioni di dollari statunitensi, finanziando l'opera attraverso risorse del gruppo. «Cerro Pabellón, situato nel comune di Ollague, nella regione di Antofagasta, in pieno altopiano andino - è spiegato in una nota - sarà anche il primo impianto geotermico al mondo costruito a 4.500 metri sopra il livello del mare. L'impianto, detenuto da Geotérmica del Norte Sa, società controllata al 51% da ENEL Green Power Chile Ltda e partecipata al 49% da Enap una volta in esercizio, sarà in grado di generare circa 340 GWh all'anno, equivalenti al fabbisogno di consumo annuale di quasi 165mila famiglie cilene».

50% INVESTIMENTI ENEL GP IN SUD AMERICA - Al progetto, il cui completamento ed entrata in esercizio sono previsti entro il primo semestre del 2017, sono associati contratti a lungo termine di vendita dell'energia prodotta (Power purchase agreement - Ppa). L'energia generata da Cerro Pabellón sarà consegnata alla rete di trasmissione cilena Sing (Sistema Interconectado del Norte Grande). «Siamo molto soddisfatti di annunciare l'inizio dei lavori del primo impianto geotermico di tutto il Sud America» ha commentato Francesco Venturini, amministratore delegato di ENEL Green Power. «Il Sud America - ha aggiunto - rappresenta una regione di grande interesse per ENEL Green Power, alla quale destineremo il 50% dei nostri investimenti nei prossimi anni».

IN MESSICO PARCO EOLICO DA 100 MW - Per quanto riguarda le attività in Messico ENEL Gp ha avviato i lavori per la costruzione del parco eolico Vientos del Altiplano nello stato di Zacatecas, in Messico. L'impianto, detenuto da Vientos del Altiplano, una società controllata da ENEL Green Power Mexico, avrà una capacità installata totale di 100 Mw e verrà costruito nei comuni di Mazapil e Villa de Cos, nello stato di Zacatecas. Una volta in esercizio, Vientos del Altiplano, composto da 50 turbine da 2 Mw ciascuna, sarà in grado di generare oltre 280 Gwh all'anno, equivalenti al fabbisogno di consumo annuale di oltre 161 mila famiglie messicane, evitando così l'emissione in atmosfera di oltre 157 mila tonnellate di Co2 all'anno. La realizzazione dell'impianto, richiede un investimento complessivo di circa 220 milioni di dollari statunitensi, finanziato attraverso risorse del gruppo ENEL Green Power. Al progetto, il cui completamento ed entrata in esercizio sono previsti entro il secondo semestre del 2016, sono associati contratti a lungo termine di vendita dell'energia prodotta.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal