16 dicembre 2019
Aggiornato 13:30
Informazioni rapide e accurate

e-vpms: il controllo delle condotte si fa con il suono

Scoprire manomissioni o perdite lungo condutture in pressione, semplicemente «ascoltandone» le vibrazioni

RAVENNA – Scoprire manomissioni o perdite lungo condotte in pressione, semplicemente «ascoltandone» le vibrazioni. L'ingegnosa tecnica «e-vpms» per monitorare costantemente le tubature, sviluppata da Eni, con il supporto del Politecnico di Milano nell’ambito del progetto di ricerca «dionisio», è stata presentata al pubblico della 12esima edizione dell'Offshore Mediterranean Conference & Exhibition.

TUBI MONITORATI GRAZIE AL SUONO - Il sistema e-vpms (Eni vibracustic pipeline monitoring system) si basa sul principio in base al quale qualsiasi interazione si ha con una conduttura, che può essere un cambiamento del flusso della sostanza trasportata (come avviene quando c'è una perdita), un impatto, o il passaggio di uno strumento per controllarla (in gergo pig), genera dei suoni, che si propagano a grande velocità sia nella tubatura, che nel fluido che sta passandoci attraverso. Queste onde vibroacustiche possono essere rilevate da «orecchi bionici», stazioni di registrazione installate ogni 10-20 chilometri della condotta, che ricevono il segnale acustico e segnalano in brevissimo tempo qualsiasi cambiamento del «rumore di fondo», generato dal passaggio del materiale trasportato. Tutti i dati vengono raccolti in tempo reale da una stazione di controllo che identifica e localizza eventuali punti di perdita o intrusione e fa scattare le procedure di segnalazione e allarme.

TEMPI RAPIDI E ACCURATEZZA - Lo strumento e-vpms ha il vantaggio di avvertire in lassi di tempi molto limitati, si parla di alcuni minuti, le anomalie sulle condotte, di fornire una loro localizzazione molto accurata (con un range inferiore ai 20 metri) e di segnalare perdite anche di lieve entità (minori di un litro al secondo). Il sistema e-vpms è attualmente installato su diverse linee di trasporto fluidi in Italia ed all’estero.