16 ottobre 2019
Aggiornato 01:00
I dati della FIPE

Caffè, 20 milioni di italiani lo prendono al bar

L'espresso si conferma assoluto protagonista con 5,7 miliardi di fatturato e 6 miliardi di tazzine consumate, per le quali i baristi acquistano 47mila tonnellate di materia prima per un valore di 800 milioni di euro.

TRIESTE - Ogni giorno venti milioni di italiani entrano nei 130mila bar caffè presenti, in Italia, nelle metropoli come nel più sperduto borgo di campagna. L'espresso si conferma assoluto protagonista con 5,7 miliardi di fatturato e 6 miliardi di tazzine consumate, per le quali i baristi acquistano 47mila tonnellate di materia prima per un valore di 800 milioni di euro.

390MILA OCCUPATI - Baristi, torrefattori e consumatori si sono dati appuntamento a TriestEspresso Expo per dibattere sul valore della tazzina di caffè al bar e la FIPE presenta dati inequivocabili. «Il prezzo della tazzina - sottolinea Lino Stoppani presidente della Fipe, la maggiore associazione di pubblici esercizi - è inferiore ad un euro. Un dato che spiega come il caffè espresso in Italia vada difeso perché punto di forza del bar con i suoi 390 mila occupati; prova ne è che le imprese hanno espresso la necessità di assumere 7.000 baristi e tuttora cercano adeguate competenze». L'indagine Fipe ha posto in evidenza come siano almeno 500 le richieste di personale capace di fare e presentare un ottimo espresso.