14 novembre 2019
Aggiornato 17:30
Assemblea degli industriali di Treviso

Zaia: «Ha ragione Guerra, le imprese devono investire»

Il Presidente del Veneto: «Uno dei grandi problemi delle nostre aziende è la patrimonializzazione perché se tu quando hai due soldi ti compri la barca, poi ti compri la macchina sportiva, un appartamento al mare e uno in montagna vuol dire che in quell`azienda non ci vanno dentro risorse. E` la base dell`economia. In azienda bisogna reinvestire, capitalizzare».

TREVISO - L'ad di Luxottica, Guerra «ha ragione». Lo ha sottolineato il presidente del Veneto, Luca Zaia, a margine dell'assemblea degli industriali di Treviso.
«Uno dei grandi problemi delle nostre aziende è la patrimonializzazione - ha aggiunto - perché se tu quando hai due soldi ti compri la barca, poi ti compri la macchina sportiva, un appartamento al mare e uno in montagna vuol dire che in quell'azienda non ci vanno dentro risorse. E' la base dell'economia. In azienda - ha avvertito il governatore - bisogna reinvestire, capitalizzare».
«Del resto con questa crisi - ha proseguito Zaia - abbiamo visto che molte delle aziende che si sono salvate sono quelle che hanno capitalizzato e non hanno dovuto rincorrere i brokers di nautica per vendere lo yacht ma sono quelle che sapevano già che avevano la maggiore tecnologia e i migliori investimenti».

LUXOTTICA, MODELLO DI WELFARE - «L'amministratore delegato di Luxottica - ha concluso il presidente del Veneto - ha dato un grande segnale sul fronte del welfare. Un welfare aziendale unico nel suo genere, che va oltre le migliori aspettative tedesche e dei paesi che noi riteniamo più all'avanguardia, dove si pagano le spese di studio all'estero per i figli dei lavoratori, dove si fanno microprestiti. Questa è un'azienda modello. Le aziende devono essere capitalizzate».

ASSUNZIONI ESTIVE - In Luxottica si torna ad assumere, ma solo per la stagione estiva. Nello stabilimento Luxottica di Agordo si stanno svolgendo in queste settimane le assemblee sindacali in cui i rappresentanti delle Rsu fanno il punto della situazione con i lavoratori. La novità di queste prime due settimane di giugno è certamente rappresentata dalla ripresa delle assunzioni. Alcune decine quelle previste in questi mesi ma si tratta di contratti a termine che scadranno in estate seguendo l’andamento della produzione, che nel periodo estivo vede un surplus.
In totale saranno 60 i nuovi lavoratori che verranno assunti da Luxottica. Per circa 35 il contratto è già realtà, per gli altri lo sarà a breve. Un fatto, questo, che indubbiamente va visto in maniera positiva, anche se nasconde la mancanza di un disegno di lungo termine che la Cgil non manca di mettere in luce.