18 gennaio 2020
Aggiornato 10:00
Trasporto aereo

Lupi: «Ad Air France e ai capitani coraggiosi preferivo Lufthansa»

Lo dice il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, parlando di Alitalia in un'intervista al Corriere della Sera: «Resto convinto che quella alleanza sarebbe stata sbagliata, cosi come è stata sbagliata la cordata dei cosiddetti capitani coraggiosi».

MILANO - «Nel 2008 mi ero detto contrario, dall'opposizione, al progetto del governo Prodi perché ritenevo che Air France non fosse il partner ideale e pensavo che sarebbe stato meglio stringere un'alleanza con Lufthansa». Lo dice il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, parlando di Alitalia in un'intervista al Corriere della Sera.
«Resto convinto che quella alleanza sarebbe stata sbagliata, così come è stata sbagliata la cordata dei cosiddetti capitani coraggiosi - prosegue - non avere mai fatto una politica integrata del trasporto e della mobilità e non avere considerato che dal 2009 il mercato e cambiato e si sono affacciati nuovi paesi: su questo abbiamo sbagliato». L'accordo con Etihad va bene «perché dopo tanti anni, se questa cosa andrà in porto, siamo davanti a un grande investimento estero basato su un piano industriale per un asset strategico del Paese e significa che dall'estero si torna a credere nell'Italia».

MALPENSA HUB EUROPEO DEI CARGO - Sul futuro di Malpensa, Lupi aggiunge: «Sono contento anche dei richiami che ricevo, ma invito tutti a guardare il piano industriale, prima di criticare. Lasciamo parlare i numeri: oggi Malpensa con Alitalia ha 11 frequenze intercontinentali alla settimana e trasporta 250 mila passeggeri. Se passa da 11 a 25 frequenze e raddoppia, come scritto nel piano, a 500mila i passeggeri trasportati è valorizzazione o depauperamento? Anche allo scalo romano cresceranno le frequenze e il nuovo posizionamento di Alitalia sarà sul lungo raggio. Ma il piano prevede anche che Malpensa diventi un hub europeo del cargo e questo è un altro elemento complementare».

NENCINI: SONO OTTIMISTA - Il viceministro ai Trasporti e Infrastrutture Riccardo Nencini si dice ottimista sulla positiva conclusione dell'intesa tra Alitalia ed Etihad. A margine dell'assemblea di Confcommercio, il viceministro, avvicinato dai giornalisti che gli chiedevano notizie sulla trattativa dell'Alitalia, ha risposto «sono ottimista».