26 febbraio 2024
Aggiornato 12:30
Cina

Pechino vieta di costruire uffici pubblici per cinque anni

A sostegno della campagna lanciata dal nuovo Presidente Xi Jinping per contrastare la corruzione e arginare il dispendio di denaro pubblico

PECHINO - La Cina ha vietato la costruzione di nuovi uffici pubblici per un periodo di cinque anni, a sostegno della campagna lanciata dal nuovo Presidente Xi Jinping per contrastare la corruzione e arginare il dispendio di denaro pubblico. Stando a quanto riportato oggi dai media nazionali, il divieto riguarda anche edifici particolarmente costosi, quali centri di formazione e alberghi.

LA RABBIA DELLA POPOLAZIONE - Negli ultimi anni la costruzione di edifici pubblici bollati come stravaganti ha scatenato la rabbia della popolazione; emblematici i casi di un ufficio governativo realizzato nella provincia di Anhui, afflitta da povertà, su un'area più grande del Pentagono, o quello di un palazzo nella provincia di Jiangxi con una torre con orologio costata 45 milioni di dollari. Il divieto punta a rispondere alla protesta popolare, ma anche a ridurre il ruolo degli investimenti edilizi a sostegno della crescita economica, giudicato insostenibile dagli economisti, e a rafforzare quello dei consumi.