27 maggio 2020
Aggiornato 18:00
Siderurgia | Inchiesta Ilva

De Vincenti: L'Ilva deve restare aperta

«Noi capiamo l'allarme dei lavoratori. La loro preoccupazione è la nostra». Così il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti, parlando in diretta a Start su Rai Radio 1 sull'Ilva: «Governo vuole tutelare diritto al lavoro e alla salute»

ROMA - «Noi capiamo l'allarme dei lavoratori. La loro preoccupazione è la nostra». Così il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti, parlando in diretta a Start su Rai Radio 1 sull'Ilva.
De Vincenti ha spiegato che «il governo è impegnato a garantire il futuro produttivo e occupazionale dell'Ilva di Taranto». Per l'esecutivo Monti «la continuità produttiva è anche un elemento essenziale per la questione ambientale» e quindi lo stabilimento deve restare aperto. «Il governo - ha concluso De Vincenti - tiene ad entrambe le questioni: il diritto al lavoro e il diritto alla salute».
Infine l'invito «all'azienda a reagire in modo costruttivo» alla protesta dei lavoratori «e a riprendere l'impegno preso nei giorni scorsi».

L'azienda deve essere costruttiva - «Non è stata una scelta giusta, non ci trova d'accordo. Invitiamo la direzione dell'Ilva a reagire in modo costruttivo alla situazione che si è determinata. La invitiamo caldamente». Lo ha detto il sottosegretario dello Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, a 'Baobab' su Rai Radio1.
De Vincenti ha poi sottolineato che l'obiettivo del Governo, già a partire dall'incontro di giovedì a Palazzo Chigi con le parti sociali, è «dare certezza delle regole, che è fondamentale in primo luogo per tutelare la salute e l'ambiente. E' esattamente quello su cui il Governo sta lavorando in questi giorni».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal