5 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Siderurgia | Inchiesta Ilva

Ilva, operai in piazza. Oggi Clini riferirà alla Camera

Sarà una settimana di ferragosto particolarmente calda per Taranto: in una città spaccata fra operai dell'Ilva che bloccano le strade per difendere il posto di lavoro ed altri che invece solidarizzano con le recenti azioni della magistratura, per venerdì 17 è atteso l'arrivo dei ministri Passera, Severino e Clini per discutere del futuro dell'acciaieria più grande d'Europa

TARANTO - Sarà una settimana di ferragosto particolarmente calda per Taranto: in una città spaccata fra operai dell'Ilva che bloccano le strade per difendere il posto di lavoro ed altri che invece solidarizzano con le recenti azioni della magistratura, per venerdì 17 è atteso l'arrivo dei ministri Passera, Severino e Clini per discutere del futuro dell'acciaieria più grande d'Europa. E oggi il ministro dell'Ambiente Corrado Clini riferirà davanti alle commissioni Ambiente e Attività produttive della Camera sulla situazione dell'Ilva e sulle prospettive di riqualificazione.

Ieri il presidente del cda di Ilva, Bruno Ferrante, ha avuto un lungo incontro con i rappresentanti di Fim, Fiom e Uilm, ai quali ha garantito che Ilva farà tutti i ricorsi possibili nei vari gradi di giudizio e nel frattempo cercherà di fare il possibile per gli impianti.

Oggi e giovedì 16, come già avvenuto ieri mattina, gli operai di Fim e Uilm torneranno a bloccare le statali 7 e 106 ionica in direzione Bari, Brindisi e Reggio Calabria per due ore 10 alle 12. La Fiom ha invece criticato l'uso dello sciopero «come attacco alle decisioni della magistratura» ed ha chiesto all'Ilva un'assemblea di due ore.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal