19 maggio 2019
Aggiornato 15:00
I dati dell'INPS

Cig: a luglio nuovo aumento, +44% su anno

Nel mese di luglio sono state autorizzate complessivamente 115,7 milioni di ore di cassa integrazione guadagni: +21,3% rispetto allo scorso mese di giugno, quando sono state autorizzate 95,4 milioni di ore, e +44,2% rispetto al mese di luglio 2011, nel quale furono autorizzate 80,3 milioni di ore. Lo comunica l'Inps

ROMA - Nel mese di luglio sono state autorizzate complessivamente 115,7 milioni di ore di cassa integrazione guadagni: +21,3% rispetto allo scorso mese di giugno, quando sono state autorizzate 95,4 milioni di ore, e +44,2% rispetto al mese di luglio 2011, nel quale furono autorizzate 80,3 milioni di ore. Lo comunica l'Inps.
Nell'analisi delle singole tipologie di intervento, a luglio si riscontra un aumento delle ore di cassa integrazione ordinaria (Cigo) dell'11,6% rispetto allo scorso mese di giugno: le ore autorizzate passano, infatti, da 30,9 milioni a 34,5 milioni. L'incremento è ancora più evidente se si mettono a confronto i due mesi di luglio: 20,1 milioni nel 2011 contro i 34,5 milioni del 2012 (+71,6%). Quest'ultima variazione è da attribuire quasi esclusivamente al settore industriale, che ha aumentato le ore autorizzate dell'83,9%. Il settore edile, comunque, ha registrato un aumento pari al 35,7%.

Il numero di ore autorizzate a luglio per la cassa integrazione straordinaria (Cigs) è stato di 44,6 milioni. La variazione degli interventi straordinari rispetto a giugno 2012 è del +19,6%; l'aumento rispetto allo stesso mese del 2011 è pari a +36,2%. La variazione è da attribuire in modo particolare al settore commerciale, che registra un aumento del 461,6%, passando da 1,4 milioni di luglio 2011 ai 7,6 milioni di luglio 2012.
Nel periodo gennaio-luglio 2012 sono state complessivamente autorizzate 639,5 milioni di ore, con un incremento dell'8,76% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (588 milioni di ore).

Gli interventi in deroga (Cigd), pari a 36,6 milioni di ore autorizzate a luglio 2012, registrano un aumento del +33,7% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Quasi lo stesso incremento viene registrato anche rispetto al mese di giugno 2012 (+34,8%). Anche per questo tipo di intervento il settore per il quale si è verificato l'incremento maggiore - sia assoluto che percentuale - è quello commerciale, con una variazione, rispetto a luglio dello scorso anno, del +87,7%.

«Sono dati che dimostrano due cose - dichiara il presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua - innanzitutto che il sistema produttivo mostra ancora forti segni di debolezza; si poteva sperare che il 2010 fosse stato il punto più basso della crisi, e infatti nel 2011 il ricorso alla cig è stato leggermente frenato. Nei primi sette mesi del 2012 invece dobbiamo registrare un incremento sul 2011. In secondo luogo di fronte a questi dati, l'Istituto, tramite i suoi dipendenti, ribadirà l'impegno, già profuso in questi anni, al servizio dei cittadini, per assicurare le prestazioni nel tempo più breve possibile».

Uil: Aumento Cig drammatico, è anticamera disoccupazione - Il forte aumento della cassa integrazione a luglio «è drammatico ma non sorprendente», con la Cig che spesso è l'anticamera della disoccupazione. Lo afferma il segretario confederale della Uil, Guglielmo Loy, secondo cui «l'aumento consistente delle ore di Cig richieste a luglio è drammatico ma non sorprendente. Questo dato (raramente c'era stata una crescita di oltre il 21% in un mese) si accompagna inevitabilmente alla crescita costante della disoccupazione (+700mila in un anno), per la quale la cassa sta diventando in molti casi un'anticamera, con le difficoltà evidenti del nostro sistema economico (vendita, ordini e fatturato)».
«L'aumento ulteriore - aggiunge Loy in una nota - della pressione fiscale per i cittadini-consumatori avrà un impatto sulla spesa di essi e, di conseguenza, sull'economia in generale. Risanare i conti senza politiche di crescita produrrà rallentamento dell'economia, della produzione e, purtroppo, altri disoccupati».