19 gennaio 2020
Aggiornato 08:00
E' allarme lavoro in Italia

Un giovane su tre è disoccupato, dato più alto dal 2004

In base alle stime provvisorie dell'Istat la disoccupazione generale a novembre a 8,6%, top da maggio 2010

ROMA - E' allarme disoccupazione per i giovani in Italia. A novembre, in base ai dati provvisori diffusi dall'Istat, il tasso di disoccupazione giovanile è salito al 30,1%: si tratta del dato più alto dal gennaio del 2004, anno in cui sono iniziate le serie storiche mensili. In sostanza, un giovane su tre di coloro che partecipano al mercato del lavoro, di età compresa tra i 15 e i 24 anni, è disoccupato.
A novembre - in base alle stime provvisorie dell'Istat - il tasso di disoccupazione generale è salito all'8,6% dall'8,5% di ottobre: si tratta del dato più alto dal maggio 2010 (era all'8,7%). Sono oltre 2 milioni (2.142.000) i disoccupati nel Paese, in aumento di 15mila unità (+0,7% su ottobre): la crescita - ha spiegato l'Istat - riguarda la componente femminile.