20 gennaio 2022
Aggiornato 15:30
La crisi del debito

L'Eurogruppo sblocca nuovi aiuti, Atene soddisfatta

Entro il 15 luglio saranno versati 12 miliardi di euro, quinta tranche dei 110 miliardi previsti

BRUXELLES - Com'era ampiamente previsto, i ministri delle Finanze dell'Eurogruppo, nel corso di una teleconferenza, hanno dato oggi il via libera al versamento di una nuova tranche di aiuti da 8,7 miliardi di euro alla Grecia, a cui si aggiungeranno nei prossimi giorni altri 3,3 miliardi erogati dal Fondo monetario internazionale.

Questi 12 miliardi di euro rappresentano la quinta tranche dei 110 miliardi previsti sul piano di sostegno triennale al paese, e saranno versati «entro il 15 luglio, dopo l'approvazione da parte del Fmi», afferma un comunicato diffuso al termine della teleconferenza. Solamente «nelle prossime settimane» saranno invece determinate le modalità di un nuovo piano di salvataggio per la Grecia, aggiunge il comunicato.

La decisione di oggi appariva comunque scontata, dato che l'Eurogruppo aveva già raggiunto un accordo al riguardo, a seguito dell'approvazione, l'altro ieri, da parte del Parlamento greco, del piano di austerità di bilancio supplementare che Unione europea e Fondo monetario internazionale pretendevano.

Immediata la reazione positiva da parte di Atene. Il ministro delle Finanze greco, Evangelos Venizelos, ha dichiarato in serata che con il via libera alla nuova tranche di aiuti la «credibilità internazionale» della Grecia è stata «rafforzata».