18 maggio 2024
Aggiornato 14:30
Federal Reserve

Bernanke: ripresa lenta per normalizzare l'occupazione

Il Presidente della FED: «A questi ritmi ci vorranno 4 o 5 anni per riequilibrare il del mercato del lavoro»

NEW YORK - La Federal Reserve rimarrà «impegnata senza esitazioni» per mantenere la stabilità dei prezzi in attesa di un miglioramento dell'economia, che nel nuovo anno dovrebbe rafforzarsi. E' quanto ha detto il presidente della Fed Ben Bernanke durante la sua testimonianza di fronte alla commissione budget del Senato, specificando di prevedere una ripresa economica con un ritmo più alto nei prossimi dodici mesi, trainata parzialmente da un aumento della spesa di consumatori e aziende.
Bernanke ha tuttavia ricordato che l'elevata disoccupazione, calata oggi meno delle aspettative al 9,4%, ma comunque ai livelli più bassi in 19 mesi, potrebbe continuare a pesare sull'economia quest'anno. «A questo ritmo di crescita», ha specificato il presidente della Banca Centrale americana, «potrebbero volerci quattro o cinque anni per una piena normalizzazione del mercato del lavoro».

Facendo presente che la Fed sta usando tutte le risorse a propria disposizione per indirizzare i livelli dei prezzi e della disoccupazione, Bernanke ha chiesto al Senato di fare qualche passo per sostenere la ripresa economica, specificando che nel breve periodo la politica dovrà stare attenta «alla natura ancora fragile della ripresa economica». Anche sul lungo periodo bisognerà prestare attenzione e non potranno essere ignorati l'alto deficit e gli effetti deleteri dell'economia americana.
«Non fare nulla non può essere una opzione a tempo indefinito», ha avvertito Bernanke, «più a lungo aspettiamo per agire, più rischiamo e più duro sarà l'inevitabile cambiamento del budget».