12 novembre 2019
Aggiornato 19:00
Presentazione del Dpef

Polverini: «Serve scatto di reni a sostegno dei redditi»

Lo ha detto il segretario generale dell’Ugl, Renata Polverini, nel corso dell’incontro a Palazzo Chigi per la presentazione del Dpef

ROMA - «Condividiamo l’obiettivo della coesione sociale cui tutti stiamo contribuendo. Ma dopo le misure a sostegno dell’occupazione, occorre uno scatto di reni per sostenere i redditi da lavoro e da pensione e stimolare i consumi, attraverso un fisco che guardi alla famiglia con l’introduzione del quoziente familiare misura non in conflitto con il federalismo fiscale».

Lo ha detto il segretario generale dell’Ugl, Renata Polverini, nel corso dell’incontro a Palazzo Chigi per la presentazione del Dpef spiegando che «un intervento con maggiori detrazioni e deduzioni potrebbe essere un primo aiuto ma quel che serve è una riforma fiscale. Chiediamo, inoltre, di estendere la moratoria sui crediti alle imprese anche alle famiglie, in particolare dei lavoratori in cig o che hanno perso il lavoro e si sono fatti carico di prestiti. Dagli sportelli antiusura emerge infatti un aumento di questo preoccupante fenomeno».

Polverini ha chiesto inoltre di «stanziare le risorse per i rinnovi dei contratti pubblici per il triennio 2010-2012 alla luce della riforma sulla contrattazione che anche l’Ugl ha firmato, e che si rivedano i criteri per l’accesso alla social card e ai bonus famiglia», richiamando anche la necessità di «una maggiore attenzione al Sud, dopo la solidarietà dimostrata alle Regioni dirottando parte dei fondi Fas agli ammortizzatori sociali, e di ritirare la norma per l’Abruzzo che ripristina, in seguito alla sospensione per via del terremoto, il recupero dei tributi non versati. In passato per situazioni analoghe, i versamenti sono iniziati dopo 10 anni e con rateizzazioni più lunghe».