2 agosto 2021
Aggiornato 07:30
Lattiero caseari

La rinuncia ai contenziosi garantisce l’equità nell’assegnazione delle quote

Così il presidente Fedagri-Confcooperative Paolo Bruni commenta l’avvenuta approvazione oggi da parte del Senato del Decreto Legge 5 febbraio 2009 sulle quote latte

ROMA – «Accogliamo con favore l’esito della votazione finale del Senato sul Decreto quote latte, che condiziona l’assegnazione delle quote alla rinuncia ai contenziosi da parte dei produttori che accederanno alla rateizzazione».
Così il presidente Fedagri-Confcooperative Paolo Bruni commenta l’avvenuta approvazione oggi da parte del Senato del Decreto Legge 5 febbraio 2009 sulle quote latte.

«Siamo particolarmente soddisfatti per l’approvazione dell’emendamento sulla rinuncia ai contenziosi, che è stata la richiesta principale da noi avanzata sin dalla presentazione del Decreto, più volte ribadita nel corso del lungo e costruttivo confronto avuto con il Ministro Luca Zaia, al quale riconosciamo una continua disponibilità al dialogo.

Per quanto riguarda invece la mancata approvazione del fondo di solidarietà nazionale per le assicurazioni per i danni dalle calamità naturali auspichiamo che si possa trovare presto una adeguata soluzione».