17 giugno 2024
Aggiornato 08:00
Tanti intervenuti per un interessante dibattito, stamattina in Sala Mercanti

Anziani a convegno con il Cupla

In provincia di Cremona il Cupla supera i 17.000 iscritti ed in campo nazionale va oltre i cinque milioni

«Il Cupla è il Coordinamento Unitario dei Pensionati del Lavoro Autonomo, al quale partecipano tutte le sigle dei Pensionati, quali Coldiretti, Confagricoltura, Cia, Cna, Anap, Autonoma Artigiani Cremaschi, Libera Associazione Artigiani Cremaschi, Confcommercio, Confesercenti. In provincia di Cremona il Cupla supera i 17.000 iscritti ed in campo nazionale va oltre i cinque milioni. Siamo un buon numero ed è evidente che, con questa rappresentanza, si possa ottenere dalle Istituzioni qualche attenzione in più».

Con queste parole Antonio Borghesi, Presidente del Cupla Cremona, ha dato il benvenuto a quanti, stamattina alle ore 9.30, si sono dati appuntamento presso la sala Sala Mercanti della Camera di Commercio di Cremona, per prendere parte al convegno «Il pensionato come risorsa e non come problema. Il saluto del Presidente è stata occasione per ripercorrere il lavoro del Comitato che, rinato nel novembre 2006, si sta facendo portavoce, con sempre maggiore autorevolezza e determinazione, delle istanze degli anziani del nostro territorio.

Dopo l’intervento di Carmine Fiaccadori, Segretario del Cupla Lombardia (che ha ricordato alcuni campi d’azione del Comitato, a partire dalla partecipazione al dibattito che punta ad ottenere quanto prima una buona legge regionale in materia di ‘badanti’), è stata la volta del Presidente della Provincia Giuseppe Torchio, che ha dapprima ricordato alcuni interventi messi in atto dall’Amministrazione provinciale a vantaggio della terza età, dall’attivazione del protocollo per la sicurezza a livello provinciale alla campagna d’informazione denominata ‘Occhio alla truffa’,  dal tavolo del welfare agli interventi di supporto e assistenza per anziani e disabili. «Stiamo inoltre predisponendo progetti per lo scaffale sociale e l’individuazione di panieri speciali per i pensionati, in sinergia con le realtà economiche locali» ha aggiunto Torchio.

Il Consigliere regionale Maria Grazia Fabrizio, componente della Commissione Sanità della Regione Lombardia, ha evidenziato come troppo spesso gli anziani siano considerati semplicemente dei soggetti fruitori di beni e servizi, e siano presi in considerazione in qualità di semplici consumatori, o viaggiatori, o detentori del risparmio. «Dobbiamo tornare a pensare agli anziani come soggetti fortemente attivi nella società, come una riserva di valori e come dei formidabili orientatori di politiche – ha aggiunto –. Gli anziani devono saper riconquistare un ruolo di negoziatori di diritti e di dignità personale».

La tavola rotonda è stata aperta dai Direttori delle Associazioni di riferimento, promotrici del Comitato: sono intervenuti Giorgio Bonoli, Direttore di Confesercenti, Assuero Zampini, Direttore Coldiretti Cremona, Guido Vezzoni, Direttore Libera Associazione Agricoltori, Giulio Baroni, Segretario Autonoma Artigiani Crema e Bruno Cavagnoli, Direttore Cna Cremona.