1 giugno 2020
Aggiornato 11:30
Frodi alimentari

«Bene sequestri NAS di prosciutti avariati»

E’ quanto afferma la Coldiretti nell’esprimere apprezzamento per il sequestro di 100 tonnellate di prosciutti scaduti o in cattivo stato di conservazione effettuato dai Nas del nucleo di Brescia

L’azione dei Nas è particolarmente importante in un momento come il Natale in cui si concentrano gli acquisti di prodotti alimentari tipici per un valore di oltre 2 miliardi di euro e aumentano quindi i rischi di frodi e sofisticazioni. E’ quanto afferma la Coldiretti nell’esprimere apprezzamento per il sequestro di 100 tonnellate di prosciutti scaduti o in cattivo stato di conservazione effettuato dai Nas del nucleo di Brescia.

In un territorio come la pianura padana dove si produce quasi un terzo del Made in Italy agroalimentare, l’importante operazione realizzata dai Nas dei Carabinieri dimostra - sottolinea la Coldiretti - l’efficacia dell’attività di controllo a tutela dell’immagine della food valley italiana e dell’intero patrimonio enogastronomico nazionale.

La sofisticazione degli alimenti - continua la Coldiretti - è un crimine particolarmente odioso perché si fonda soprattutto sull’inganno nei confronti di quanti, per la ridotta capacità di spesa, sono costretti a rivolgersi all’acquisto di alimenti a basso costo.

Nei primi otto mesi del 2008 - conclude la Coldiretti - è praticamente raddoppiato (+93 per cento) il valore dei sequestri effettuati dai Carabinieri dei Nas di cibi e bevande sofisticate, a conferma dell’accresciuto interesse della criminalità nel settore dell’alimentazione per effetto del forte aumento dei prezzi al consumo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal