19 gennaio 2020
Aggiornato 17:30
Pacchetto anti crisi

«Diciamo che il bicchiere è mezzo pieno»

Così il primo commento del Segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, alla notizia del varo del pacchetto anti crisi

«Diciamo che il bicchiere è mezzo pieno», Così il primo commento del Segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, alla notizia del varo del pacchetto anti crisi.
«La cosa migliore – ha detto Angeletti - è l’estensione degli ammortizzatori sociali che proteggeranno chi rischia di perdere il posto di lavoro. Per quel che riguarda il «bonus» – ha proseguito il leader della Uil - è apprezzabile che, finalmente, per la prima volta, c’è stata attenzione al lavoro dipendente.

La quantità però è ancora modesta: sarebbe opportuno che il Governo mettesse a disposizione ancora 1,5 miliardi. Si poteva osare di più detassando la tredicesima, obiettivo che per noi continua ad essere importante. Bene anche l’aumento della soglia a 35 mila euro per la detassazione dei premi e del salario di produttività. Così come positiva è l’estensione di questa norma alle forze dell’ordine; norma che, però bisogna estendere anche a tutti i dipendenti pubblici. L’auspicio è che nel periodo di conversione in legge, il decreto subisca miglioramenti. Comunque – ha concluso Angeletti - lunedì primo dicembre riuniremo la direzione della Uil e, dopo un’attenta analisi dei contenuti del decreto, esprimeremo il nostro giudizio».