20 gennaio 2022
Aggiornato 14:30
Crisi mercati finanziari

Venturi: «Da Governo subito unità di crisi con imprese e sindacati»

«Gravi rischi di restrizione del credito ed usura. Subito tagli fiscali»

«Dire che l’Italia è fuori dalla bufera di un sistema finanziario internazionale in corto circuito è un non senso.
Non servono appelli, chiediamo al Governo di istituire subito una unità di crisi con tutte le associazioni delle imprese e i sindacati.

Non si sottovaluti il fatto che con la tempesta finanziaria in atto sono le pmi ad essere più esposte: se si vuole evitare chiusure a raffica, peraltro già in corso, e conseguente disoccupazione è determinante che le banche non chiedano rientri immediati dei crediti e si blocchi la potenziale esplosione del ricorso all’usura.

Al Governo la Confesercenti chiede misure precise: garanzie sull’accesso al credito ed interventi fiscali a favore di famiglie ed imprese.
E’ necessario allora un provvedimento urgente che fissi fra l’altro una detrazione del 5% sui ricavi delle imprese utilizzabile con gli acconti fiscali di novembre anche per alleggerire le tante ricadute immediate della crisi.

Ma lanciamo un appello anche agli enti locali per attenuare alcune misure di tassazione in modo tale da non aggravare una situazione già molto difficile.
Una crisi non certamente breve come quella che attraversiamo ha bisogno di azioni rapide e scelte condivise. Noi faremo la nostra parte, ma serve un Paese più coeso.

Per questo adesso basta con le polemiche inutili,si agisca per il bene di tutti».