17 gennaio 2022
Aggiornato 17:30
Inchiesta 2

«Glifosato a Brusnengo? Non è una buona notizia ma non ci sorprende»

Il direttore dell'Arpa di quadrante, Bruno Barbera, ci spiega come e perché è possibile trovare traccia del pesticida nella zona e annuncia che verrà inserito fra le sostanze da monitorare.

BIELLA - «La presenza di glifosati, anche in concentrazioni importanti come quelle evidenziate nello studio indipendente di Test-Salvagente su Brusnengo non mi sorprende», ha spiegato al Diario di Biella Bruno Barbera, direttore dell'Arpa di quadrante. «Non è un dato positivo, è dimostrato che si tratta di una sostanza dannosa per la salute umana oltre una certa soglia, ma è spiegabile con la forte vocazione agricola di quel territorio. Brusnengo è immerso nella campagna, e le risaie non mancano».

L'Arpa cercherà glifosato in acque di superficie
Per ora l'Arpa Piemonte non monitora il livello del pesticida negli acquedotti in quanto la legge non prevede tale analisi, che comunque viene fatta dall'Arpa Lombardia, unico ente pubblico italiano a registrarne regolarmente i valori nella sua area di competenza. Dal 2016 però, ci ha annunciato Barbera, nelle analisi delle acque di superficie previste nell'ambito della rete di monitoraggio si cercheranno anche i pesticidi, glifosato compreso.