11 maggio 2021
Aggiornato 05:30
Arredamento

Come scegliere degli ottimi mobili per il proprio bagno

Se siamo alle prese con al ristrutturazione della nostra stanza da bagno o se abbiamo abbiamo appena concluso il nostro trasloco in una nuova dimora, dobbiamo pensare a come arredare il bagno

Arredamento bagno
Arredamento bagno Pixabay

Se siamo alle prese con al ristrutturazione della nostra stanza da bagno o se abbiamo abbiamo appena concluso il nostro trasloco in una nuova dimora, dobbiamo pensare a come arredare il bagno. Si tratta di un luogo della casa il cui arredo viene spesso ignorato, ma è ciò è un grave errore. Infatti, in questa stanza, che di solito ha dimensioni contenute, è necessario sistemare dei mobili funzionali e poco spaziosi. In particolare, ci servono qui più che in qualsiasi altro luogo della casa dei mobili atti a soddisfare tutte le nostre esigenze, sia quelle di spazio, che quelle di praticità, che, infine, quelle estetiche. In questo articolo, vedremo come individuare la tipologia di mobili maggiormente adatta alla nostra situazione.

Le tipologie dei mobili da bagno

Per prima cosa, se desideriamo fare una scelta consapevole dei nostri mobili da bagno, dobbiamo conoscere le varie tipologie di mobili esistenti. Non sono molte e sono anche piuttosto facili da imparare. Le trovate riassunte qui sotto.

I mobili più tradizionali per il bagno sono quelli da appoggio. Si sistemano sul pavimento e sono piuttosto robusti. Se siamo alla ricerca di un bagno che mantenga un elemento di classicità, questi fanno al caso nostro. Ci sono poi i mobili sospesi, che non appoggiano sul pavimento come gli altri. Questi mobili si ancorano alla parete dietro di loro ma lasciano il pavimento libero. Sia che preferiate una tipologia di mobili che un’altra, potete trovare degli ottimi mobili bagno a buon prezzo qui.
Comunque, negli ultimi anni si sono distinte altre due tipologie di mobili perfetti per l’arredo del bagno. Ci sono i mobili cosiddetti «grandi», ossia quelli molto capienti, che possono ospitare anche i vestiti. Sono particolarmente adatti a coloro che vogliono utilizzare la stanza da bagno per prepararsi alla giornata. E, infine, ci sono i mobili salvaspazio. Questi sfruttano ogni centimetro della stanza, incastrandosi alla perfezione dietro le porte e negli angoli. Naturalmente, li amano coloro che hanno un bagno piuttosto piccolo.

Ante, cassetti, pomelli e maniglie: cosa scegliere

Questa può sembrare una questione di poco conto, ma la scelta tra mobili ad ante e mobili a cassetti è in realtà più delicata del previsto. Infatti, ognuno è adatto ad una tipologia di bagno e di persone. Se siamo disordinati, ci servono i cassetti, senza dubbio. Con quelli, infatti, possiamo ammassare più oggetti nello stesso mobili. Invece, le ante sono più amate dagli estimatori dell’arredo classico e da coloro che non sentono l’esigenza di colmare i mobili di oggetti.

Per quanto riguarda le maniglie e i pomelli, invece, le prime danno un tocco di colore alla stanza. Soprattutto se sono realizzate in materiale laminato o colorate in varie sfumature. Al contrario, i pomelli sono molto più tradizionali e rendono la nostra stanza da bagno più signorile e classica. È comunque possibile personalizzare anche i pomelli per via di colorazione e fogge, fermo restando che essi non mutano mai la loro aria di fedelissimi della tradizione.