28 novembre 2021
Aggiornato 19:00
Casa

Come creare piccoli angoli separati in casa senza demolire

Il rapporto con la casa è stato profondamente influenzato dalla pandemia, riorganizzare gli spazi può essere difficile ma non impossibile

Stanza con cartongesso
Stanza con cartongesso Habitissimo

Il rapporto con la casa è stato profondamente influenzato dalla pandemia. Da un giorno all’altro gli italiani si sono trovati in lockdown ed in questo periodo di permanenza prolungata ed obbligata tra le mura domestiche queste sono diventate un guscio in cui sentirsi al riparo dal mondo esterno anche se talvolta sono emersi tutti i limiti di soluzioni inadeguate. Per molte persone l'esigenza di lavorare o studiare direttamente dalla propria abitazione ha modificato la percezione stessa di casa diventata un luogo ancora più multifunzionale, da adattare a seconda dei momenti e delle necessità.

Dopo il boom degli spazi condivisi e delle cucine open space ecco quindi che si fanno largo nuove richieste nella top ten delle richieste di preventivo registrate del portale habitissimo. Una di queste risponde alla domanda: Come separare un ambiente dall'altro o creare un piccolo angolo riservato in casa senza demolire?

Riorganizzare gli spazi, soprattutto se piccoli, può essere difficile ma non impossibile. Vediamo insieme agli esperti del portale delle ristrutturazioni alcuni consigli utili.

Ode al cartongesso

Il cartongesso permette di modificare casa senza stravolgerne il sapore originale, creando nuove divisioni, nicchie e pareti in modo rapido e senza demolizioni. Questo materiale infatti, è la soluzione ideale quando si vogliono effettuare lavori poco invasivi, specie in presenza di pavimentazioni già esistenti. Inoltre è adatto ad ogni tipo di parete, comprese curve e segmenti difficili.

Per ricavare un piccolo angolo studio

Grazie al cartongesso, si possono creare piccoli angoli appartati in ogni stanza: basta un po' di inventiva per ricavare uno studio nella camera da letto o un angolo lettura in soggiorno dove lavorare o studiare in tutta tranquillità.

Separare senza dividere

Con il cartongesso inoltre è possibile realizzare una suddivisione della zona giorno che garantisca comunque una certa continuità fra i diversi ambienti. È sufficiente inserire tra i due spazi, una semplice struttura centrale, come ad esempio, un camino. Questo complemento, posto tra un locale e l'altro, diventerà il punto focale della stanza, donando personalità alla casa senza essere mai invadente.

Per delimitare l'ingresso

Oggi, quando si ha la possibilità, si preferisce realizzare un ingresso direttamente collegato ad un grande open space, anziché mantenere le classiche entrate con corridoi lunghi e scuri. Questa soluzione permette di non sprecare metri quadrati preziosi e al contempo, dona alla casa un aspetto più dinamico e moderno. La pandemia, però, ha fatto emergere l'esigenza di delimitare almeno in parte, questo tipo di ambienti, per proteggere meglio la casa dagli agenti esterni ed il cartongesso, ancora una volta, si rivela la soluzione migliore.

Un piccolo angolo per il riposo

Come abbiamo visto, il cartongesso è un materiale versatile, pertanto, può essere utilizzato anche per realizzare muri a mezza altezza, perfetti per rendere un ambiente più intimo, come ad esempio, un piccolo angolo per il riposo. Tale soluzione è ideale per i monolocali, abitazioni in cui la zona notte è (quasi sempre) molto esposta. Con questo piccolo espediente è possibile ottenere la privacy necessaria, pur senza costruire soffocanti pareti divisorie.

Una parete sospesa

Grazie alla facile lavorazione, il cartongesso può essere impiegato per creare installazioni utili ed originali, come le pareti «sospese», la cui funzione, oltre che strutturale, è anche decorativa.