31 ottobre 2020
Aggiornato 22:30
Società

Perché in Italia ci sono sempre più agenzie di investigazioni

In questo articolo proveremo ad analizzare questo fenomeno e i motivi di un così sostanzioso aumento dell’offerta, e quindi implicitamente anche della domanda, nell’ambito delle investigazioni

Perché in Italia ci sono sempre più agenzie di investigazioni
Perché in Italia ci sono sempre più agenzie di investigazioni Pixabay

C’è un settore che sta conoscendo una crescita esponenziale negli ultimi anni, con un enorme aumento delle agenzie, sia per il pubblico che per il privato: stiamo parlando del mondo delle investigazioni. In questo articolo proveremo ad analizzare questo fenomeno e i motivi di un così sostanzioso aumento dell’offerta, e quindi implicitamente anche della domanda, nell’ambito delle investigazioni.

Più connessioni, più pericoli

In un mondo iperconnesso e in costante contatto fra le persone, sia nella vita privata che in ambito lavorativo, è sempre più facile un continuo scambio di informazioni fra le persone. Tutto questo fa inevitabilmente aumentare i possibili sospetti e, di conseguenza, la necessità di indagare su persone o situazioni verso le quali la nostra fiducia vacilla. Ovviamente la soluzione è sempre la stessa, quella di rivolgersi a una società di investigazioni in grado di studiare il caso e portarci le prove dell’esistenza (o dell’inesistenza) di ciò che sospettiamo. Quello che in realtà cambia è l’ambito in cui ci si muove, ovvero le motivazioni che ci portano a dubitare e a voler verificare la veridicità dei nostri sospetti.

Investigazioni a casa

In ambito privato, come è facile immaginare, la maggior parte (a dir la verità, la quasi totalità) dei casi in cui si richiede l’intervento di una agenzia investigativa riguarda i sospetti di infedeltà coniugale. Anche in questo caso, ci sentiamo di ipotizzare che l’aumento così rilevante di questi casi sia dovuto ad un cambiamento della società, ad una realtà in cui tutti siamo sempre più in contatto con tantissime persone, soprattutto dalla diffusione capillare degli smartphone e dei social.

Sospetti al lavoro

In ambito aziendale le motivazioni sono sicuramente diverse, ma il timore di «infedeltà» rimane il medesimo, seppur fondato non sulla fedeltà coniugale ma sulla paura che i nostri dipendenti o i nostri collaboratori tramino alle nostre spalle, intrattenendo rapporti con i nostri competitors, portando all’esterno della nostra azienda dati o informazioni confidenziali che possono inficiare il nostro risultato produttivo. Oltre a ciò, è anche semplicemente possibile, pur senza «tradimenti», che i nostri dipendenti non svolgano correttamente le proprie mansioni, che ci ingannino lavorando molto meno di quanto noi riteniamo.

A chi rivolgersi

Per tutti questi casi spesso non troviamo altra soluzione che rivolgersi ad una agenzia di investigazioni: ed è necessario che sia affidabile, come Agiter Investigazioni, che sia in grado di agire a livello nazionale e che ci porti le testimonianze e la documentazione in grado di confermare o smentire i nostri dubbi.