Trend | Smog

Smog, 5 (semplici) metodi per contrastarne gli effetti nocivi

L'ambiente è sempre più inquinato e lo smog minaccia seriamente il nostro benessere. Ma ci sono alcuni semplici metodi per ridurne gli effetti nocivi. Ecco quali

Ecco 5 accorgimenti da seguire per contrastare gli effetti negativi dello smog
Ecco 5 accorgimenti da seguire per contrastare gli effetti negativi dello smog (Shutterstock.com)

Aria irrespirabile, mari inquinati, fiumi in cui riversano enormi quantità di sostanze chimiche. Questo è il nostro pianeta, oggi. Circondato da una bolla invisibile di smog che, giorno dopo giorno, mette a serio rischio la nostra salute e quella delle generazioni future.  È lo «scotto» che dobbiamo pagare per aver pensato – per troppo tempo -  esclusivamente a noi stessi, pensando che il mondo che ci circonda (quasi) non ci appartenga. Eppure, è più che evidente: noi stiamo affondando insieme a Gaia. Ma non tutto è perduto: ecco 5 accorgimenti da seguire per contrastare gli effetti negativi dello smog.

Fai attività fisica, ma nel modo giusto
L’attività fisica, se seguita con costanza e in maniera moderata, può aiutare il nostro organismo a smaltire le sostanze tossiche accumulate a causa dello smog. Il movimento, tuttavia, va fatto seguendo alcuni accorgimenti. Il primo di questi è quello di stare all’aria aperta. All’interno di edifici, infatti, l’aria è ancora più inquinata perché le particelle sottili che provengono dall’esterno (e non solo) si concentrano in spazi ristretti. Quindi fare sport al coperto non fa altro che peggiorare la situazione. Meglio una bella camminata fuori città: gli ioni negativi emessi da corsi d’acqua, prati, piante e vegetali aiutano a contrastare lo stress ossidativo. Infine, se proprio non avete scelta e volte fare una passeggiata in città, scegliete le ore «di mezzo». La mattina e la sera, infatti, a causa della cosiddetta inversione termica ci fa scontrare con dosi nettamente più elevate di inquinamento atmosferico.

Sapevi che…?
Secondo quanto riportato su Lancet, solo nel 2015 sono morte nove milioni di persone in tutto il mondo nei paesi a medio o basso reddito a causa dello smog. Non a caso recenti ricerche indicano che livelli così elevati di inquinamento possono portare malattie cardiovascolari, stress, disturbi del sonno, demenza e persino cancro.

Mangia cibi ricchi di antiossidanti
Per contrastare gli effetti negativi dello smog ci si può affidare a un’alimentazione sana. In particolare, bisogna aumentare il consumo di frutta e verdura che possiedono un elevato ORAC (Oxygen Radicals Absorbance Capacity). Questo termine indica la capacità di un alimento di evitare la famosa ossidazione a opera dei radicali liberi. Uno degli alimenti migliori è il melograno – 100 grammi di succo hanno 600 unità ORAC, oppure il succo di uva nera (5200) e il succo di mirtillo (3500 unità). Tra i vegetali il migliore è il cavolo cotto a vapore, gli spinaci e la barbabietola. Tutti ingredienti che possono essere anche utilizzati per preparare un estratto di frutta e verdura da bere all’ora della merenda.

Sapevi che…?
La tabella ORAC è caduta in disuso perché, come spiegato nel sito del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti d'America «il Nutrient Data Laboratory (NDL) ha rimosso il database USDA ORAC, a causa della crescente evidenza che i valori indicanti la capacità antiossidante non hanno alcuna rilevanza per gli effetti di composti bioattivi specifici, inclusi i polifenoli sulla salute umana. […]. I valori ORAC sono oggetto di abuso da parte di aziende alimentari e di produzione di integratori alimentari per promuovere i propri prodotti e per guidare i consumatori verso le loro scelte alimentari e dietetiche».

Apri le finestre
Anche se apparentemente con le finestre aperte aumenta la quantità di smog all’interno delle mura domestiche, è anche vero che la ventilazione nell’edificio è essenziale per garantire una miglior respirazione e quindi una riduzione di eventuali sintomatologie allergiche. In particolare, è bene arieggiare la stanza quando c’è il sole, perché in tali condizioni metereologiche i livelli di smog potrebbero essere leggermente inferiori.

Sapevi che…?
Il ministero della Salute ha stimato che – solo in Italia - ogni anno muoiono almeno 30mila persone a causa del particolato fine.

Utilizza dei purificatori d’aria
In commercio esistono dei purificatori d’aria dotati di particolari filtri che riducono i livelli di PM 2,5 all’interno della casa. In questo modo l’inquinamento viene ridotto nel momento in cui si sta al chiuso. I modelli migliori, inoltre, possiedono anche appositi filtri anti-allergeni (acari, polline ecc) e anti batteri e virus. Il costo di un modello discreto si aggira intorno ai 250 euro in su, a seconda dei metri quadri che è in grado di coprire. Sono invece sconsigliati i modelli che hanno anche uno ionizzatore a causa della quantità di ozono emessa.

In caso di bisogno, indossa una mascherina
Se ti trovi in ambienti esterni eccessivamente inquinati e sei soggetto ad allergie, sarebbe preferibile indossare apposite mascherine che evitano l’introduzione di particelle sottili all’interno dell’apparato respiratorio. Le migliori sono le N95 (per il particolato medio) o le N99. Il l medico Richard Saint Cyr consiglia invece l’utilizzo di mascherine FFP3.