21 settembre 2019
Aggiornato 17:00
Benessere

Igiene intima: i consigli dell’esperto

Data la tendenza a sudare maggiormente durante il periodo estivo – cosa che crea anche umidità e dunque una condizione ideale per i batteri – il consiglio è di indossare sempre e comunque un intimo traspirante e in materiali leggeri e delicati come il cotone o la seta.

Il caldo estivo aumenta la sudorazione e spesso sono proprio le zone intime a farne le spese
Il caldo estivo aumenta la sudorazione e spesso sono proprio le zone intime a farne le spese Shutterstock

L’igiene intima è sempre una questione particolarmente delicata, così come delicate appaiono quelle zone che – soprattutto d’estate – vengono maggiormente esposte al rischio di infezioni e di irritazioni: il caldo, infatti, aumenta la sudorazione e spesso sono proprio quelle zone a farne le spese. Ecco che durante la bella stagione emerge la necessità di curare questo aspetto con maggiore attenzione per godersi l’estate, senza dover combattere con problemi e problemini alle zone dell’apparato riproduttivo.

L’utilizzo di un detergente delicato e specifico
Il primo passo per prendervi cura della vostra igiene intima è scegliere un prodotto che sia leggero e dunque poco aggressivo, oltre che realizzato per questa specifica circostanza. Potreste ad esempio optare per un detergente intimo con pH 4,5 come quello prodotto dalla casa Eucerin, ovvero con un’acidità che corrisponda a quella delle parti intime, possibilmente arricchito da acido lattico. In caso di infezioni in corso, poi, è sempre meglio optare per un detergente che contenga anche sostanze anti-batteriche, come ad esempio il triclosan. Infine, evitate assolutamente di utilizzare un comune sapone.

Proteggere le zone intime: quale abbigliamento?
Data la tendenza a sudare maggiormente durante il periodo estivo – cosa che crea anche umidità e dunque una condizione ideale per i batteri – il consiglio è di indossare sempre e comunque un intimo traspirante e in materiali leggeri e delicati come il cotone o la seta. Inoltre, anche i pantaloni dovranno essere composti da questi tessuti, e mai troppo stretti, perché questo potrebbe causare una maggiore frizione delle cosce e dunque la nascita di spiacevoli irritazioni. Infine, un preziosissimo consiglio: quando passate dal costume agli slip (e viceversa) lavatevi sempre in modo accurato.

Quale regime alimentare adottare per l’igiene intima?
È indispensabile che l’alimentazione sia corretta, per preservare l’apparato vaginale da fastidiose infiammazioni, soprattutto perché è dal cibo che dipendono i nutrienti assunti dall’organismo, e di conseguenza la forza della risposta immunitaria in presenza di eventuali batteri. Quali sono i cibi meglio indicati per combattere questi problemi alle zone intime? Innanzitutto la frutta e la verdura, dato che arricchiscono l’organismo con antiossidanti e vitamine. Evitate, soprattutto in questo periodo dell’anno, i cibi ad alto indice glicemico, perché possono favorire la nascita di infiammazioni e di irritazioni vaginali.

Igiene intima: ecco altri consigli dell’esperto
Per evitare qualsiasi tipo di problema alle zone intime, comprese le malattie sessualmente trasmissibili, è ovviamente obbligatorio l’uso del preservativo. Al contrario, la pillola è del tutto inefficace per prevenire possibili infezioni all’apparato riproduttivo. Altri consigli utili? Non esagerare con l’igiene intima nel periodo delle mestruazioni, mentre è utilissimo cambiare più spesso possibile il salva-slip, proprio per evitare problemi relativi all’umidità favorita dal calore corporeo. Infine, l’esperto consiglia di evitare di indossare per troppo tempo un costume bagnato, ed anche di porre particolare attenzione all’igiene subito dopo aver fatto un’attività sportiva. Infine, la consultazione di un ginecologo esperto è sempre il modo migliore per chiarirvi ogni dubbio residuo.