25 ottobre 2020
Aggiornato 02:30
Sorprese annunciate

Mc Donald's Official Sponsor di Expo Milano 2015

La catena di fast food avrà infatti un padiglione-ristorante che racconterà «le filiere agricole italiane partner del marchio globale». Ma non doveva essere la vetrina del Made in Italy?

MILANO - La notizia ANSA sorprende fino ad un certo punto, businnes is businnes, ma insomma, vediamola in positivo, perché se arrivassero - come probabile - anche Coca Cola o Monsanto con la loro potenza di comunicazione mediatica sovrastante il Made in Italy avrebbe una possibilità in più di differenziarsi, volendo capirne il potenziale e le qualità profondamente diverse e uniche.

Anche McDonald’s sarà presente a Expo 2015, di cui è Official Sponsor. La catena di fast food avrà infatti un padiglione-ristorante che racconterà «le filiere agricole italiane partner del marchio globale». Non solo. In vista dell’evento, la multinazionale lancia – insieme al Ministero dell’Agricoltura e a Expo – il progetto ‘Fare Futuro’ che offrirà a 20 giovani agricoltori italiani under 40, che hanno progetti di innovazione e sostenibilità per la propria azienda, la possibilità di diventare fornitori per tre anni di McDonald’s.

Con 36 mila ristoranti in 120 Paesi nel mondo, McDonald’s serve ogni giorno 70 milioni di persone – spiega Roberto Masi, ad di McDonald’s Italia -: non sono molte le realtà che con gli stessi numeri possono dire di affrontare sul campo e in modo concreto, ogni giorno da decenni, le tematiche che saranno al centro del dibattito durante i sei mesi di Expo». Per il commissario unico per l’evento, Giuseppe Sala, il progetto «è un segnale importante da parte di un’azienda che dimostra di avere a cuore le tematiche legate allo sviluppo sostenibile, all’innovazione, all’incremento dell’occupazione in un periodo di forte crisi».