2 dicembre 2020
Aggiornato 20:00
Moda e Arte

«Off Loom», la Fiber Art in mostra a Roma

Aguzzate il tatto e la vista! Le soffici sculture e le opere di fili e tessuti degli artisti Fiber sono tornate a Roma per la mostra «Off Loom. Fiber art, arte fuori dal telaio». Tutta da sperimentare

ROMA - Pochi in Italia la conoscono veramente, eppure, la Fiber Art si distingue per l’originalità e l’audacia autentiche della sua ricerca e per i tratti difficili da rintracciare in altre forme di produzione artistica. Proprio per darle risalto è tornata a Roma, il 23 gennaio, «Off Loom. Fiber art, arte fuori dal telaio» l'esposizione di opere fatte di seta, tela, lino, canapa, juta, stoffe di 34 artisti di fama internazionale o esordienti.

LA MOSTRA - Una festa per gli occhi ed il tatto: sculture soffici, la tecnica tradizionale dell’arazzo condotta verso soluzioni imprevedibili, il gusto per il colore e la materia, opere monumentali con esiti spettacolari. La rassegna presentata dal Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari offre al pubblico la duplice opportunità di conoscere un fenomeno artistico entusiasmante e una struttura museale tra le più affascinanti della capitale, il MAT dell’EUR, la Roma metafisica del Colosseo Quadrato.

FIBER ARTISTI - I fiber artisti lavorano con le fibre dell’antica e della moderna tradizione tessile: le lane, le sete, i cotoni, i filati sintetici, ma anche con carta, paglia e spago, con le fibre metalliche e con quelle plastiche, oppure con la lana di vetro, sino ad arrivare al concetto immateriale di fibra ottica. Il titolo Off Loom (fuori dal telaio) sottolinea come, quest'arte non sempre utilizzi quell’antico strumento. Gli artisti infatti utilizzano qualunque strumento in grado di soddisfare il loro genio artistico: il ricamo, il nodo, il cucito, i ferri mischiati alle tecniche dell’arte contemporanea: collage, stampa, ready made e persino il video e il digitale.

FIBER ART - La Fiber Art nasce all'inizio degli anni Sessanta. Il suo progresso appare legato a doppio filo a quello dell’industria tessile. Non a caso la Fiber Art si radica e si sviluppa nelle zone industriali. Nel nostro paese, ad esempio, è un fenomeno tendenzialmente legato alle regioni del nord.

ESPOSITORI - Gli artisti di «Off loom. Fiber art, arte fuori dal telaio»: Enrico Accatino, Riccardo Ajossa, Giuliana Balbi, Marisa Bandiera Cerantola, Luciana Costa Gianello, Eva Basile, Paola Besana, Renata Bonfanti, Linda Caorlin, Vito Capone, Wanda Casaril, Ettore Consolazione, Elisabetta Diamanti, Laura Guerinoni, Maria Lai, Claudia Losi, Federica Luzzi, Roberto Mannino, Sandra Marconato, Noushin Moghtader, Gina Morandini, Anna Moro Lin, Lucia Pagliuca, Simona Paladino, Raffaele Penna, Lydia Predominato, Maria Savoldi, Marilena Scavizzi, Sarah Seidmann, Franca Sonnino, Maria Luisa Sponga, Mimmo Totaro, Mario Tudor, Roberto Zanello