19 novembre 2019
Aggiornato 06:30
La star deve curarsi

George Michael, stop al tour australiano

La motivazione è spiegata dalla stessa popstar sul proprio sito, ovvero le conseguenze della polmonite che lo aveva colpito lo scorso novembre prima di alcuni concerti previsti in Austria e che lo aveva già costretto a fermarsi per un periodo

LONDRA - George Michael ha annullato il suo tour in programma in Australia a partire dal prossimo 10 novembre a Perth. La motivazione è spiegata dalla stessa popstar sul proprio sito, ovvero le conseguenze della polmonite che lo aveva colpito lo scorso novembre prima di alcuni concerti previsti in Austria e che lo aveva già costretto a fermarsi per un periodo. «Ho sottovalutato il pericolo, i medici mi avevano consigliato il riposo assoluto, io ho pensato che per superare il trauma esibirsi in pubblico sarebbe stata la giusta la terapia».
«Mi sbagliavo nel ritenere che sarei riuscito a superare lo stato d'ansia che mi attanaglia da quando ho lasciato l'Austria, nel dicembre scorso», ha aggiunto l'artista, che conclude il messaggio chiedendo «scusa allo splendido pubblico australiano» e spiegando che dopo aver terminato gli ultimi spettacoli del tour Simphonyca in programma in Gran Bretagna dal primo al 17 ottobre, si sottoporrà al trattamento da tempo dovuto.

ELTON JOHN IL «SOSTITUTO» - Il concerto di sabato 10 novembre a Perth, che avrebbe dovuto inaugurare la nuova Perth Arena, è stato sostituito da un secondo concerto di Elton John, che si aggiunge a quello già in programma e sold out per il 12 novembre. «Sono molto dispiaciuto che il mio amico George non possa esibirsi a Perth, ma sono felice di poterlo sostituire nella sera inaugurale della nuova arena», ha detto Elton John al giornale «The West Australian».