14 ottobre 2019
Aggiornato 07:30
Festival del cinema di Venezia

Galan: «Nuovo bando per il Palazzo del cinema»

Il Ministro della Cultura: «L'importante è non avere speso soldi invano. A Venezia il meglio del cinema mondiale». Rutelli: «Galan ha perso una buona occasione per tacere»

VENEZIA - Per il ministro dei Beni culturali, Giancarlo Galan, sul Palazzo del cinema «le cose sembrano definite»: il vecchio progetto è stato accantonato e presto arriverà il bando per uno nuovo. Il ministro ha spiegato così, a margine della 68.ma Mostra del Cinema di Venezia, lo stato dell'arte relativo alla costruzione di un nuovo palazzo del cinema i cui lavori sono tutt'ora fermi.
«Nel 2007 - ha ricordato il ministro- Francesco Rutelli venne qui con Angelo Balducci e Mauro della Giovanpaola e dettero il via al progetto con me e con l'allora sindaco di Venezia Cacciari, trasognanti. Vengono questi signori - ha aggiunto - e dicono che ci fanno il palazzo del cinema. Da ministro trovo che si gettano via i soldi dei cittadini e non si può proseguire sulla strada intrapresa».Per Galan la cosa importante in questo momento è che questo denaro «non sia stato speso invano e non lo sarà».
Il ministro ha poi annunciato che proprio sul nuovo Palazzo del Cinema «è arrivata una proposta utile per la messa in gara. Verrà dichiarata o no l'interesse per emanare un bando internazionale ma non so chi lo vincerà».

Rutelli: «Galan ha perso una buona occasione per tacere» - L'ufficio stampa di Francesco Rutelli ha replicato al ministro dei Beni Culturali Giancarlo Galan sul progetto per il Palazzo del Cinema e dei Congressi al Lido di Venezia. «Premio dello Smemorato al ministro Galan - è scritto in una nota dello staff di Rutelli - che fa una nuova brutta figura: il progetto del palazzo del cinema fu varato, infatti, dal sindaco Cacciari, dal presidente della Regione Galan, dall'allora ministro Rutelli e dal responsabile AUSL del Lido di Venezia. Rutelli un anno dopo non era più ministro, mentre Galan ha continuato ad essere Presidente della regione fino al 2010. Il cantiere fu inaugurato dal successore di Rutelli, il ministro Bondi, assieme alle autorità locali. Persa insomma una buona occasione per tacere».

Galan: «A Venezia il meglio della produzione mondiale» - «Ci aspettiamo che i film italiani siano alla pari con quelli internazionali, qui c'è il meglio della produzione mondiale. Qualche anno fa non era così». Soddisfatto il Ministro Giancarlo Galan prima di salire sul red carpet della 68.ma edizione della Mostra del Cinema di Venezia.
Parlando ancora dei film italiani il ministro ha aggiunto: «A me hanno detto che i film italiani sono belli e li voglio vedere tutti e poi bisogna vedere anche gli altri. Spero e credo che i nostri siano i più belli». Sul film di George Clooney dedicato alla politica e al suo cinismo, film che aprirà la Mostra del Cinema questa sera, Le idi di marzo, Galan ha concluso: «Io sono un cattivo politico perché mi manca il cinismo».