20 febbraio 2020
Aggiornato 13:00
Wrc | Rally di Spagna

Hyundai, che debutto! Arriva il nuovo pilota ed è subito in testa

Alla sua prima apparizione dopo la firma del contratto del mese scorso, il norvegese è riuscito a chiudere al comando la prima tappa, davanti al leader del Mondiale Sebastien Ogier. In crisi invece il suo contendente al titolo Thierry Neuville, che ha chiuso settimo a causa di errori con gomme e assetto

SALOU – Un esordio da sogno per Andreas Mikkelsen nella sua nuova carriera in Suzuki: alla prima apparizione in assoluto dalla firma del contratto avvenuta il mese scorso, il norvegese ha infatti conquistato il comando del Rally di Spagna dopo la prima tappa del venerdì. La lotta per la testa è stata quantomai incerta tra lui, il suo connazionale Mads Ostberg e Ott Tanak: alla fine, anche grazie ad un'azzeccata scelta di gomme dure, è stato però il portacolori della i20 a prevalere, per appena 1.4 secondi sul leader del Mondiale Sebastien Ogier.

Alti e bassi
Il francese della Ford, primo a scendere per strada, ha incontrato più difficoltà sul fondo sterrato per via delle strade sporche, ma si è rivelato sublime nei tratti più tecnici su asfalto, riuscendo così a rimontare fino alla seconda piazza. In terza posizione la Citroen C3 di Kris Meeke, vincitore di due prove speciali ma anche autore di un testacoda che gli ha fatto perdere terreno. Tanak ed Ostberg, dopo essersi affacciati davanti a tutti, sono invece precipitati al quarto e al quinto posto a causa rispettivamente di una foratura e di un buco nel telaio che ha riempito l'abitacolo di polvere. Giornata disastrosa, invece, per l'altro contendente al titolo Thierry Neuville, le cui chance di Mondiale si sono arenate a causa di un'errata scelta di gomme e di difficoltà nella scelta dell'assetto, che gli hanno impedito di andare oltre il settimo posto, alle spalle anche del compagno di marca Dani Sordo. Domani sono in programma due giri identici di tre prove speciali, che si concluderanno con uno scratch spettacolare sul lungomare di Salou, per un totale di 121,86 km cronometrati.