17 ottobre 2021
Aggiornato 18:00
La tappa del venerdì del secondo appuntamento Wrc

La neve del Rally di Svezia esalta la Hyundai e Thierry Neuville

Il belga vince cinque speciali su sette e ha già 28 secondi di vantaggio sull'idolo locale Jari-Matti Latvala e la sua Toyota al termine della prima vera giornata di gare. Un ottimo preludio al riscatto della delusione di Montecarlo

KARLSTAD – Di passaporto è belga, ma guardando come se la cava sulle nevi del Rally di Svezia sembra nato nella profonda Scandinavia. La prima vera giornata di gare della seconda tappa iridata ci consegna un Thierry Neuville oltre ogni aspettativa, capace di vincere ben cinque prove speciali su sette e di portare in testa la sua Hyundai i20, reduce da una grossa delusione nell'appuntamento inaugurale a Montecarlo, con oltre 28 secondi, già un margine importante. Neuville è riuscito ad avere la meglio perfino sui favoriti locali, a partire dall'alfiere finlandese di casa Toyota Jari-Matti Latvala, che insegue in seconda posizione, e dall'estone della Ford Ott Tanak. Convince e ha tanta voglia di riscatto dopo il ritiro in Costa Azzurra anche Kris Meeke, che con la sua Citroen C3 completa un poker di case diverse nelle prime quattro posizioni. Leggermente più in affanno è apparso invece oggi il campione del mondo in carica, nonché leader della classifica generale avendo vinto nel Principato al suo debutto assoluto sulla Ford Fiesta, Sebastien Ogier. Evidentemente per lui la mancanza di esperienza e di test con questa macchina si sta facendo sentire sul fondo ghiacciato più di quanto fosse apparso sull'asfalto monegasco. Peggio ancora però è andata ad altri protagonisti attesi come il rientrante Mads Ostberg, più veloce di tutti nello shakedown di ieri, penalizzato di 50 secondi per un ritardo al controllo orario dovuto alla sostituzione del cambio, Juho Hanninen finito contro un albero, Elfin Evans vittima di una rottura della sospensione e Craig Breen finito in un banco di neve. Out anche il nostro Lorenzo Bertelli, tradito dall'elettronica della sua Fiesta già nella prima speciale. Domani si torna in gara per altri sette scratch.