31 maggio 2020
Aggiornato 06:00
Scoppia la polemica

«Scandalo Sharapova usato per attaccarci»

Ne è convinta la viceministro dello Sport, Natalia Parshikova, intervenuta per commentare lo scandalo doping in Russia, all'indomani dell'annuncio shock della tennista Maria Sharapova di aver assunto sostanze bandite e considerate dopanti.

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/03/20160311_video_16435365.mp4

MOSCA - Lo scandalo doping che sta investendo la Russia è un tema «conveniente» utilizzato «dagli attivisti politici per attaccare la Russia». Ne è convinta la viceministro dello Sport, Natalia Parshikova, intervenuta per commentare lo scandalo doping in Russia, all'indomani dell'annuncio shock della tennista Maria Sharapova di aver assunto sostanze bandite e considerate dopanti.

«Chiunque violi le regole sul doping deve essere punito - dice - e la punizione viene determinata da una speciale commissione anti-doping della federazione internazionale dello sport e della federazione nazionale. La sanzione per Maria Sharapova dipenderà dalle indagini della federazione internazionale di tennis».

«I problemi di doping esistono in ogni Paese, ma l'attenzione al nostro Paese è elevata in generale e nello sport. È conveniente perchè gli sportivi sono personaggi pubblici e alcuni attivisti politici li utilizzano per attaccare la Russia».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal