2 dicembre 2022
Aggiornato 00:30
Rugby World Cup

L'Italrugby donne nella storia, ai quarti del Mondiale

In Nuova Zelanda battuto il Giappone 21-8Ad Auckland nella terza e conclusiva giornata della Pool B della Rugby World Cup neozelandese il XV allenato da Andrea di Giandomenico e capitanato da Elisa Giordano supera 21-8 il Giappone

Palloni da rugby
Palloni da rugby Foto: Pixabay

AUCKLAND - La Nazionale Italiana Femminile di rugby scrive una pagina indimenticabile nella storia dello sport azzurro. Ad Auckland nella terza e conclusiva giornata della Pool B della Rugby World Cup neozelandese il XV allenato da Andrea di Giandomenico e capitanato da Elisa Giordano supera 21-8 il Giappone e conquista la qualificazione ai quarti di finale della rassegna iridata. Un traguardo mai raggiunto prima, dalla prima edizione della Rugby World Cup maschile ad oggi, a nessuna Squadra Nazionale FIR.

La qualificazione ai quarti di finale - per conoscere il nome dell'avversaria l'Italia dovrà attendere il risultato di Inghilterra v Sudafrica e Canada v Stati Uniti, che decreteranno il ranking delle prime otto squadre - arriva in fondo ad ottanta minuti sofferti, contro un Giappone che, dopo una prima mezzora assediato nella propria metà campo, tiene testa alle Azzurre con una prestazione arrembante sui breakdown, recuperando palloni in quantità e tenendo sotto pressione le italiane sino all'ultimo quarto d'ora quando un piazzato di Sillari prima e la meta finale della veterana Melissa Bettoni scavano il solco che lancia Giordano e compagne verso il traguardo tante volte sognato e, nella notte italiana, finalmente raggiunto.