27 settembre 2022
Aggiornato 00:00
MotoGP | Austria

Bagnaia si prende la scena e accorcia su Quartararo

Il francese (2° al traguardo) resta in testa al Mondiale e fa cifra tonda con 200 punti. Aleix Espargaró (6° al traguardo) insegue a -32 dal francese. Bagnaia resta al terzo posto a -44 dalla vetta

Francesco Bagnaia si prende la scena e accorcia su Quartararo
Francesco Bagnaia si prende la scena e accorcia su Quartararo Foto: Ducati

Pecco Bagnaia su Ducati domina il GP Austria e centra la terza vittoria consecutiva dopo Assen e Silverstone. Il torinese precede sul podio Fabio Quartararo su Yamaha e il compagno di squadra Jack Miller e riapre il mondiale. Quarto un super Luca Marini (Mooney VR46), 5° Zarco (Ducati Pramac) e 6° Aleix Espargaró. (Aprilia) Completano la top ten Binder (KTM), Rins (Suzuki), Bezzecchi (Mooney VR46) e Martin (Ducati Pramac), caduto nel finale.

Out a inizio gara Bastianini, tradito da un problema al cerchio della ruota anteriore. Quartararo (2° al traguardo) resta in testa al Mondiale e fa cifra tonda con 200 punti. Aleix Espargaró (6° al traguardo) insegue a -32 dal francese. Bagnaia resta al terzo posto a -44 dalla vetta, ma con la vittoria in Austria rosicchia 5 punti al pilota della Yamaha.

«La gara è stata molto lunga - ha detto Bagnaia a fine gara - non mi sono trovato nella situazione giusta con la gomma davanti purtroppo. Per essere sicuri, visto che ho fatto già troppi errori in questa stagione, abbiamo cercato di rischiare meno sulla scelta. Ho avuto alcuni problemi con il bloccaggio della ruota anteriore, ma alla fine è andata bene, sono molto contento. Immaginavo che Quartararo avrebbe recuperato in modo super, questo weekend è stato più veloce di noi».

Sul sorpasso di Miller dice: «Quando Jack mi ha superato ho capito che avrei dovuto spingere un po' di più, aumentare il ritmo. Ci ho provato, sapevo che la gomma dietro avrebbe retto fino agli ultimi 5 giri, poi è veramente calata tanto. Però abbiamo fatto un bel lavoro con le gomme usate in tutto il weekend, quindi sapevamo di essere pronti in questa situazione. Purtroppo nelle fasi iniziali della gara non potevo spingere con la gomma anteriore, perché avevo molti problemi con il pieno di benzina. Però lentamente è andata sempre meglio, gli ultimi due giri ero veramente in una situazione critica con le gomme, ma alla fine è andata bene».

La prossima gara è a Misano il 4 settembre. «Sono molto contento, è la mia gara di casa, sono felicissimo, sarà importante non fare errori come lo scorso anno, proverò a fare un weekend all'altezza degli ultimi GP. Spero che io vi possa far divertire».