29 settembre 2020
Aggiornato 19:00
Calcio | Europa League

L'Inter domina e raggiunge il Siviglia nella finale di Europa League

Battuto 5-0 lo Shakhtar con 2 gol di Lukaku e Lautaro: «Gol per mio figlio e l'Argentina». Conte: «Mio sfogo costruttivo, vogliamo stupire. Abbiamo giocato una gara europea con coraggio e nella giusta maniera»

L'Inter domina e raggiunge il Siviglia nella finale di Europa League
L'Inter domina e raggiunge il Siviglia nella finale di Europa League ANSA

L'Inter domina e raggiunge il Siviglia nella finale di Europa League. Sblocca Lautaro nel primo tempo, poi ripresa straordinaria della squadra di Conte. Raddoppia D'Ambrosio, ancora Lautaro fa 3-0 e Lukaku chiude i conti con una doppietta nel finale. Appuntamento per la finalissima a Colonia venerdì 21 agosto.

Lautaro: «Gol per mio figlio e l'Argentina»

«Una notte incredibile, era da tanto che non giocavo una partita del genere e abbiamo dimostrato che l'Inter è pronta». Così Lautaro Martinez dopo la gara con lo Shakthar. «Sono molto felice per la squadra, che sta giocando bene e crescendo partita dopo partita. Sono contento anche a livello personale, per i gol dedicati a mio figlio che deve nascere e alla mia Agustina. Il Siviglia in finale è un avversario forte, sarà una partita speciale».

Conte: «Mio sfogo costruttivo, vogliamo stupire»

«Devo dire bravi ai giocatori, temevo tanto questa partita, abbiamo fatto sembrare lo Shakhtar una squadra normale, non li abbiamo fatti giocare». Antonio Conte elogia la sua Inter dopo la larga vittoria sugli ucraini e la conquista della finale di Europa League.

«Hanno grande qualità nel palleggio, noi siamo stati bravi a farli correre, a farli difendere. Abbiamo giocato una gara europea con coraggio e nella giusta maniera, sono molto contento, i ragazzi mi hanno dato una grande soddisfazione, il merito va tutto a loro. Tanti ragazzi stanno giocando per la prima volta queste partite importanti, questa competizione in cui è da tanto che non siamo protagonisti. Ora c'è il Siviglia, che ha grande esperienza ma noi abbiamo voglia, entusiasmo, voglia di stupire. Recuperiamo energie e diamo gioia ai nostri tifosi, che saranno orgogliosi di questi ragazzi che stanno dando l'anima».

L'abbraccio con Marotta

«L'abbraccio con Marotta? Non mi va di tornare su alcune situazioni. In quel momento sentivo certe cose e le ho dette. Quello che dico è sempre costruttivo, poi si enfatizzano certe situazioni a livello di stampa. ma se vogliamo essere l'Inter dobbiamo passare per certi step - ha proseguito Conte - Sono una persona che guarda al sodo. Dico quello che penso sempre in modo costruttivo».

E ancora: «Siamo ripartiti dal lavoro fatto durante tutto l'anno. Io ci credevo sul fatto che potessimo fare un finale di stagione da protagonisti in campionato e nelle coppe. In campionato abbiamo avuto due scivoloni ingiustificabili con Bologna e Sassuolo. Ma impari sempre dalle cose negative. Ho trovato un gruppo disponibile sotto tutti i punti di vista. E ora ci giochiamo la Finale di Europa League. Godiamoci questa vittoria».

Siviglia in finale, battuto lo United 2-1

È il Siviglia la prima finalista di Europa League: aspetterà la vincente di Inter-Shakhtar Donetsk per provare ad allungare nell'albo d'oro del torneo, dove già svetta con 5 successi. A Colonia la squadra di Lopetegui batte 2-1 il Manchester Utd, che pure fa la partita per larghi tratti e spreca moltissimo: Solskjaer avrà davvero tanti rimpianti, lasciando la Germania.