2 giugno 2020
Aggiornato 01:30
Tennis

Roger Federer: «Il tennis non mi manca»

Ora che gli è concesso di tornare all'allenamento, l'elvetico preferisce non farlo poiché non vede alcun motivo per allenarsi in questo periodo senza tornei

Il campione di tennis svizzero, Roger Federer
Il campione di tennis svizzero, Roger Federer ANSA

Roger Federer non disputa una partita ufficiale dalle semifinali dell'Australian Open. È stato operato al ginocchio destro, non ha gareggiato a febbraio e nel frattempo ha visto il circuito sospeso dalla pandemia. Ora che gli è concesso di tornare all'allenamento, l'elvetico preferisce non farlo poiché non vede alcun motivo per allenarsi in questo periodo senza tornei.

Parlando a un programma «Sportv Brasil», anticipato da «Globoesporte», Federer ha rivelato come il suo periodo di quarantena sia stato a casa con i suoi quattro figli a Basilea, in Svizzera. «Non siamo mai stati a casa più di cinque settimane di fila dal mio ultimo intervento chirurgico, nel 2016. Questo è un grande momento per noi in questo senso, come famiglia. Certo, a volte impazziamo, come ogni famiglia. Ma onestamente, siamo in salute, i nostri amici e la nostra famiglia non hanno avuto il coronavirus e questo è ciò che conta davvero. Stiamo andando bene, considerando le circostanze».

«In questo momento non mi sto allenando perché non vedo una ragione per questo, onestamente. Sono contento del mio fisco a questo punto e credo che manchi ancora molto tempo per ritornare a giocare. E penso che sia importante per la mia testa adesso godermi questa pausa dopo aver giocato così tanto a tennis nella mia vita. Non mi manca il tennis in questo momento. Alla fine, quando sarò vicino al ritorno e avrò un obiettivo per cui allenarmi. Sarò super, super motivato».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal