24 ottobre 2019
Aggiornato 06:30

A San Siro la Juventus di Sarri batte l'Inter 2-1 e vola in vetta

Onore agli avversari da parte di Antonio Conte: «Complimenti alla Juve. Ha una caratura maggiore, è una squadra di un'altra categoria»

Video Serie A

MILANO - Doppio colpo Juve nel Derby d'Italia. A San Siro la squadra di Sarri batte l'Inter 2-1 e vola in vetta (+1), scavalcando i nerazzurri e interrompendo il percorso netto di Conte. Nel primo tempo Dybala sblocca la gara al 4', poi CR7 centra una traversa, Martinez pareggia su rigore (fallo di mano in area di De Ligt) e Rocchi annulla una rete a Ronaldo. Nella ripresa poi il palo ferma un tiro di Vecino e Higuain firma il gol partita all'80'.

Sarri: «Prestazione di personalità»

«Il sorpasso in questo momento ha poco significato, l'aspetto importante è che abbiamo fatto una buona prestazione, una prestazione di personalità, di carattere, contro una squadra forte, che aveva sempre vinto fino a questo momento» ha spiegato Maurizio Sarri a fine gara - Abbiamo meritato di vincere». Una grande partita quella della Juve con gol di pregevole fattura, soprattutto il secondo gol, arrivato al termine di 24 passaggi. «Cosa c'era in quell'azione? I piedi dei giocatori, perché è una squadra che ha qualità, ha grandi qualità e quando trova momenti di lucidità può palleggiare con grande qualità - ha spiegato Sarri -. E quando il palleggio viene fuori fluido le palle gol può venire come diretta conseguenza».

I complimenti di Conte

Onore agli avversari da parte di Antonio Conte: «Complimenti alla Juve - ha spiegato il tecnico dell'Inter -. Ha una caratura maggiore, è una squadra di un'altra categoria e non possiamo paragonarci a loro», «Dopo l'uscita di Sensi abbiamo perso il filo del discorso, ma abbiamo dato tutto - ha aggiunto -. La gara è stata equilibrata guardando i numeri, ma dobbiamo ancora crescere».

Il Cagliari pareggia a Roma, Atalanta travolge il Lecce

L'Atalanta scala la classifica e raggiunge la Juventus in attesa del posticipo di San Siro di questa sera. La formazione orobica batte il Lecce 3-1. Finisce in parità (2-2) tra Bologna e Lazio con Immobile che trova la doppietta. Pareggio anche all'Olimpico tra Roma e Cagliari (1-1) con Ceppitelli che risponde a Joao Pedro. Finale con tensione all'Olimpico per un gol di Kalinic al 93' annullato per una spinta dello stesso giocatore giallorosso e Cagliari che chiude in 10.

I risultati della 7a giornata:

Spal-Parma 1-0 (31° Petagna) Verona-Sampdoria 2-0 (9° Kumbulla, 81° Murru (aut) Genoa-Milan 1-2 (41° Schone, 52° Hernandez, 57° Kessie) Fiorentina-Udinese 1-0 (72' Milenkovic) Atalanta-Lecce 3-1 (35' Zapata, 40' Gomez, 56' Gosens, 86' Lucioni) Bologna-Lazio 2-2 (21' Krejci, 23' Immobile, 31' Palacio, 39' Immobile) Roma-Cagliari 1-1 (26' Pedro, rig, 31' Ceppitelli) Torino-Napoli: ore 18 Inter-Juventus: ore 20.45 Brescia-Sassuolo: 18 dicembre ore 20.45

Classifica:

Juventus 19, Inter 18, Atalanta 16, Napoli e Roma 12, Lazio, Cagliari, Fiorentina 11, Torino, Bologna, Milan 9, Udinese 7, Sassuolo, Brescia, Spal, Lecce 6, Genoa 5, Sampdoria 3.