20 ottobre 2018
Aggiornato 08:00

Tutti pazzi per Marotta: ecco dove può finire il dirigente

La separazione con la Juventus ha fatto il giro d'Italia ed il futuro del manager varesino coinvolge diversi club
Giuseppe Marotta: dopo gli 8 anni alla Juventus come amministratore delegato è pronto ad una nuova esperienza
Giuseppe Marotta: dopo gli 8 anni alla Juventus come amministratore delegato è pronto ad una nuova esperienza (ANSA)

TORINO - L'annuncio a sorpresa di Giuseppe Marotta sabato sera al termine di Juventus-Napoli ha gelato il popolo juventino che perde il suo amministratore delegato dopo 8 anni e 7 scudetti consecutivi, con l'ottavo già in cantiere. I dissapori col presidente Agnelli e la volontà di ringiovanire la dirigenza da parte del club piemontese hanno determinato l'addio dell'ex dirigente della Sampdoria che nelle sue dichiarazioni è stato molto netto circa il futuro della sua carriera: "Non voglio ruoli federali - ha affermato con convinzione Marotta - mi vedo piuttosto in un altro club, uno dei migliori della serie A e da qui alla prossima estate sceglierò». Marotta dunque dirigente di un'altra società? Nuovo amministratore delegato di quale delle grandi del campionato?

Opzioni

 Sul web impazza già il toto-Marotta, ma ipotizzare una decisione appare oggi prematuro, anche se qualcosa già si può delineare. In primis c'è il Milan, il primo nome a cui Marotta è stato associato: la dirigenza rossonera è cambiata molto, ma proprio per questo trovare un posto all'ex juventino appare complicato. A gestire l'area sportiva ci sono Maldini e Leonardo, come amministratore delegato arriverà Ivan Gazidis, mentre i rapporti politici con Uefa ed enti internazionali li gestirà il rientrante Umberto Gandini. Dove andrebbe a collocarsi Marotta senza essere il doppione di qualcun altro? Più possibilità ci sarebbero all'Inter dove il solo Ausilio gestisce l'area tecnica con la supervisione di Javier Zanetti (vice presidente del club), mentre l'amministratore delegato è Antonello, ottimo manager ma con un peso politico inferiore rispetto ad un Marotta conteso pure dal Napoli che oltre al presidente De Laurentiis non ha dirigenti di rilievo, e dalla Roma che ha appena perso il già citato Gandini, perderà Franco Baldini ed ha nel solo Baldissoni il manager di riferimento del patron Pallotta in Italia. Da qui a giugno, insomma, 4 club sono pronti all'asta per Giuseppe Marotta, uno degli artefici della rinascita juventina meno di dieci anni fa; e poi dicono che il calciomercato impazza per i centravanti....