13 novembre 2018
Aggiornato 07:00

Gattuso, il Milan e quel trend da non ripetere

Il campionato è appena iniziato, ma i rossoneri sono già chiamati ad invertire una rotta che rischia di diventare pericolosa
Gennaro Gattuso, allenatore del Milan
Gennaro Gattuso, allenatore del Milan (ANSA)

MILANO - Tanti rimpianti, ma anche la consapevolezza di aver tenuto testa al Napoli per quasi un'ora, prima di crollare di fronte all'irruenza partenopea. I tifosi del Milan provano a guardare mezzo pieno il bicchiere lasciato sulla tavola del San Paolo, dopo aver ammirato una squadra ben messa in campo da Gennaro Gattuso ma con ancora troppi limiti caratteriali per imporsi contro avversari più attrezzati. I rossoneri hanno infatti mostrato lacune evidenti molto più dal punto di vista temperamentale e psicologico che da quello tecnico tattico, nonostante il valore dell'organico fosse e sia oggettivamente inferiore rispetto al Napoli.

Vecchie paure
Napoli-Milan è ormai in archivio e non si può far nulla per aggiustarla, mentre tanto potrà fare Gattuso per evitare che i rossoneri perdano la bussola come accaduto sabato sera in Campania. Anche perchè se davvero l'obiettivo del Milan è quello di lottare e raggiungere uno dei primi quattro posti della serie A, occorrerà che la squadra si dia una svegliata nelle gare contro le dirette concorrenti, iniziando a vincerle, sia per un discorso di classifica che per una paura da infondere negli avversari. "Attenzione che c'è pure il Milan quest'anno": è questa la frase che dovranno pronunciare Inter, Napoli e Roma da qui alla fine del campionato; proprio i giallorossi di Eusebio Di Francesco faranno visita ai rossoneri venerdì sera nell'anticipo della terza giornata (seconda per la squadra di Gattuso): l'occasione migliore per la truppa milanista di invertire quella rotta che lo scorso anno è stato uno dei talloni d'achille di una stagione storta: al di là della trasferta proprio di Roma a febbraio, il Milan 2017-2018 non riuscì a vincere nessuna sfida contro le prime quattro classificate della serie A. Un mattoncino della maturità da trovare potrebbe essere messo in questo senso: iniziare a vincere qualche scontro diretto, perchè anche la psicologia vuole la sua parte.