18 novembre 2018
Aggiornato 18:00

Milan: pista turca per André Silva

Il futuro dell'attaccante portoghese resta incerto e la sua permanenza in rossonero è sempre più improbabile
André Silva, centravanti portoghese del Milan
André Silva, centravanti portoghese del Milan (ANSA)

MILANO - Ne ha parlato anche Leonardo nella sua conferenza stampa di presentazione la scorsa settimana: "Ci sono attaccanti che hanno offerte e che quasi certamente andranno via, come ad esempio Kalinic, ed altri che sono stati impiegati poco l'anno scorso, rischiano di essere impiegati poco anche il prossimo e per i quali va trovata la soluzione più giusta per loro e per il Milan». Chiaro ed inequivocabile il riferimento ad André Silva, giunto a Milanello un anno fa per una cifra vicina ai 40 milioni di euro, ma rivelatosi un autentico flop: appena 2 reti in campionato (seppur decisive contro Genoa e Chievo), 8 in Coppa Uefa, bottino senz'altro più ragguardevole, ma siglato contro avversari di bassissimo livello e, non appena esso si è leggermente elevato (vedi ottavo di finale contro l'Arsenal), dell'ex centravanti del Porto non c'è stata più alcuna traccia.

Nuove soluzioni

Il Milan oggi cerca una nuova punta, un bomber vero, non una promessa, non una scommessa, bensì un centravanti che garantisca un minimo di 25 reti stagionali fra campionato e coppe e che si sobbarchi per intero il peso dell'attacco rossonero. Per André Silva, dunque, lo spazio si ridurrebbe ancora di più, oltre al fatto che la sua indole molle e poco cattiva non piace a Gennaro Gattuso che gli ha preferito nel tempo lo scalpitante Cutrone; ma cedere il portoghese non è facile, soprattutto perchè il Milan non può permettersi minusvalenze. Ottenere i 38 milioni spesi follemente un anno fa è impossibile, motivo per il quale Leonardo dovrà trovare la formula migliore per piazzare un calciatore ormai in esubero; dalla Turchia, ad esempio, rimbalza la voce di un interessamento del Galatasaray per André Silva e, sempre stando a quanto filtra da Istanbul, rossoneri e giallorossi turchi avrebbero trovato anche la soluzione idonea con prestito di un anno e diritto di riscatto già fissato, mentre problemi sarebbero sorti per quanto concerne l'ingaggio, poichè il Galatasaray vorrebe pagare 1 solo milione, lasciando il resto al Milan. Al di là di quanto potrà concretizzarsi con il club ottomano, comunque, è evidente come i rossoneri abbiano ormai scaricato un attaccante che ha deluso le aspettative e il cui futuro resta incerto ma in ogni caso lontano dall'Italia e da Milano.