19 agosto 2018
Aggiornato 10:00

Wimbledon 2018, Kerber regina

La tedesca: «Ho cercato di giocare il mio miglior tennis, mi sono goduta ogni secondo di queste due settimane e ora mi godo questo momento»
Angelique Kerber e Serena Williams
Angelique Kerber e Serena Williams (ANSA)

LONDRA - E' la tedesca Angelique Kerber la nuova regina di Wimbledon, terzo Slam della stagione che si è concluso sui prati dell'All England Lawn Tennis. In finale la 30enne mancina di Brema, numero 10 del ranking mondiale, ha battuto per 63 63, in un'ora e 5 minuti di partita, Serena Williams, numero 181 Wta (ma gli organizzatori le avevano attribuito la 25esima testa di serie). Non è riusto alla Williams a vincere un torneo dello Slam dopo soli dieci mesi dal parto, quattro tornei e 14 partite disputate. Lunedì la Kerber sarà la numero 4 del mondo. La Williams numero 28.

Kerber: «Un onore dividere il campo con Serena»
Angelique Kerber e Serena Williams, due finaliste commosse al termine della finale di Williams. «Sapevo che avrei dovuto giocare il mio miglior tennis - ha detto al termine della finale - E' un onore per me dividere il campo con Serena Williams. Era la seconda chance per giocare qui e ho apprezzato ogni momento di queste due settimane. Grazie al mio box, alla mia famiglia, agli amici, a chi mi guarda in tv. Anche chi mi sostiene da casa. Mia mamma è sempre nervosa. Cerco di non guardarla per concentrarmi sulla partita». E rivolta a Serena: «Serena sei una campionessa, una grande persona, una ispirazione per tutti. Sono sicura che avrai un altro titolo dello Slam molto presto».

Serena: «Ha meritato di vincere»
La Supermamma Serena Williams, finalista a 36 anni a dieci mesi, quattordici partite e quattro tornei dal parto, racconta: «Ce l'ho messa tutta. Ci ho provato. Prometto che lavorerò ancor di più per esserci anche l'anno prossimo». E alla Kerber: «E' una grandissima amica. Ha giocato bene ed ha meritato di vincere».