18 ottobre 2019
Aggiornato 06:30

Van der Mark re d'Inghilterra: la Yamaha sbanca il weekend

Doppietta di successi: se quello di ieri in gara-1 era arrivato a sorpresa, il pilota olandese dimostra che non si è trattato di un caso facendo il bis in gara-2

Il podio di gara-2 della Superbike a Donington: Michael van der Mark, Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea
Il podio di gara-2 della Superbike a Donington: Michael van der Mark, Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea Pirelli

DONINGTON – Michael van der Mark (Yamaha) e Yamaha sono stati i protagonisti assoluti del round del campionato mondiale Superbike che si è disputato nel fine settimana presso il circuito inglese di Donington Park. Il pilota olandese, dopo aver compiuto un’impresa storica nella giornata di ieri vincendo gara-1 e diventando il primo pilota olandese a vincere una gara del Mondiale per derivate dalla serie, oggi ha replicato la propria prestazione regalando una bellissima doppietta a Yamaha. La casa dei tre diapason, oltre a celebrare le vittorie di Van der Mark, ha potuto festeggiare anche nel campionato mondiale Supersport dove a trovare il successo è stato il tedesco Sandro Cortese in sella alla Yamaha YZF-R6 del team privato Kallio Racing. Dalla classe regina arrivano altri segnali importanti riguardo la ritrovata competitività di diverse case e piloti: degna di nota la prestazione del turco Toprak Razgatlioglu che, al suo debutto quest’anno in Sbk, ha ottenuto un meritatissimo secondo posto in gara-2 precedendo sul traguardo con la sua Kawasaki del team privato Kawasaki Puccetti Racing le verdone ufficiali di Jonathan Rea, terzo, e Tom Sykes, sesto.

La cronaca di gara 
In gara-2 parte bene dalla pole position Alex Lowes (Yamaha) seguito da Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia) e dal vincitore di gara-1 e suo compagno di squadra Michael van der Mark. Nel frattempo Jonathan Rea (Kawasaki), partito dall’ottava posizione, inizia a risalire la china portandosi in quarta posizione. Nel corso del secondo giro Leon Haslam (Kawasaki Puccetti) scivola e poi sarà costretto al ritiro. Intanto anche Van der Mark riesce a sopravanzare Savadori e a portarsi alle spalle del compagno di squadra. Nel corso dell’ottavo giro Rea riesce a sopravanzare anche Savadori e a portarsi così alle spalle delle Yamaha ufficiali e al dodicesimo giro ha la meglio anche su Van der Mark che è costretto a cedergli la seconda posizione. Nel frattempo anche Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti), che partiva dall’ottava casella, inizia a farsi strada verso il gruppo di testa. Jonathan Rea è velocissimo e si lancia all’inseguimento di Alex Lowes, in meno di un giro colma il distacco che lo divide dal leader e sferra il primo attacco che Lowes riesce a respingere. Il distacco tra i due è di solo due decimi e anche Van der Mark è molto vicino, a soli quattro decimi da Rea. Al diciassettesimo giro Rea e Lowes si danno battaglia per il primo posto e ad avere la meglio, almeno temporaneamente, sarà il nordirlandese che riuscirà a passare in testa. I piloti ufficiali Yamaha però non gli permettono la fuga e lo tallonano a ruota e nel giro successivo Michael van der Mark riesce a tornare in testa alla corsa sorpassando prima il compagno di squadra e poi Jonathan Rea. Ma un altro pilota riesce a farsi notare nella gara di oggi: è il giovane Toprak Razgatlioglu che negli ultimi tornanti si porta in seconda posizione superando sia Lowes che Rea e salendo così sul secondo gradino del podio davanti al tre volte campione del mondo Rea, terzo, e alle spalle di Michael van der Mark, ancora primo sul traguardo.