21 agosto 2019
Aggiornato 09:00

La livrea della Yamaha cambia colori?

Sulla moto di Valentino Rossi e Maverick Vinales sarebbe in cantiere una modifica al logo dello sponsor principale, la compagnia telefonica spagnola Movistar

ROMA – Potrebbero presentarsi con una veste grafica leggermente modificata sulla griglia di partenza del prossimo Mondiale di MotoGP le due Yamaha di Valentino Rossi e Maverick Vinales. A prefigurare questo possibile cambiamento di livrea (al momento il condizionale resta ancora d'obbligo) è il sito specializzato francese Paddock GP, che ha anche realizzato un fotomontaggio per mostrare come apparirebbe, secondo le indiscrezioni da loro raccolte, la M1 vestita dei nuovi colori per il 2018.

Esigenze di marketing
La ripittura delle moto di Iwata sarebbe una diretta conseguenza del rinnovamento del logo dello sponsor principale del team, la compagnia telefonica spagnola Movistar: il nuovo marchio, infatti, mantiene la classica lettera M, iniziale del nome dell'azienda, ma non più dipinta con le varie sfumature di verde, bensì con un più semplice look completamente bianco, su fondo blu cielo. Appare dunque logico che anche la presenza della Movistar sulla livrea Yamaha venga adeguata di conseguenza: come, del resto, ha appena annunciato anche la squadra ciclistica sponsorizzata anch'essa dalla stessa società. Quello che resta da capire è se il resto della moto rimarrà di colore blu scuro, tipico della casa di Iwata, oppure se degraderà anch'esso in parte verso una tinta più chiara, come nel logo dello sponsor.

Non solo estetica
In ogni caso, se confermata, si tratterà di una modifica destinata a balzare subito all'occhio degli appassionati, forse la più visibile in vista della nuova stagione. In cui, comunque, la Yamaha sarà chiamata a ben altri aggiornamenti sulla moto, per renderla competitiva con i diretti rivali dopo un'annata di aperta crisi tecnica. Per ammirare per la prima volta il nuovo modello della M1 non bisognerà attendere ancora molto: la presentazione è infatti fissata per il prossimo mercoledì 24 gennaio a Madrid, nel centro eventi Matadero. Una location in Spagna, guarda caso, voluta proprio dalla Movistar.